In stazione Autogrill ha aperto il suo bistrot

Anni fa era la sala d'aspetto della terza classe. Fumosa e retrò. Oggi è il nuovo bistrot di Autogrill. Il punto di ristoro ha aperto all'interno della Centrale e va ad arricchire il ventaglio di negozi e ristoranti della nuova stazione milanese.
Concetti come serialità e standardizzazione lasciano il posto ad un contesto nel quale recuperano terreno la naturalità, la dimensione domestica e le tradizionali pratiche di lavorazione artigianale. Il Bistrot Centrale si ispira piuttosto alla logica dei mercati coperti, quelli con una bancarella a fianco dell'altra, quelli che danno la sensazione di trovarsi all'interno di una fiera di paese e poter scegliere tra una serie infinita di specialità fatte in casa e leccornie varie. Dietro ai banconi infatti ci saranno cibi naturali, di stagione e specialità locali.
Il punto di ristoro firmato da Autogrill si articola in varie «penisole alimentari»: panettiere, sala da tè, caffetteria, frutteto, cucine di strada, piatti del giorno, sfiziosità al cartoccio, pane prodotto con lievito madre, gastronomia e piatti freddi, wine-bar.
Nato da un progetto che vede la collaborazione dell'università degli studi di Scienze gastronomiche, il Bistrot punta a valorizzare le tradizioni e cessa di essere «non luogo» privo di identità, per divenire «casa» privilegiato delle relazioni interpersonali. Ci saranno anche angoli lettura, lezioni di cucina con chef, sommelier e blogger specializzati.