La super tangenziale aprirà a giugno

«L'annuncio del closing finanziario della Tangenziale est esterna di Milano è un regalo di Natale per i lombardi e anche la dimostrazione di un modello innovativo sulle infrastrutture, quello Lombardia che ha dimostrato di funzionare». Così il governatore Roberto Maroni ha presentato ieri la sottoscrizione dei lavori della Teem, un'opera da 2,1 miliardi di euro che sarà aperta al traffico già entro l'estate del 2014 e crea 1.600 posti di lavoro. Con le nuove linee di investimento aperte che sono pari a 1,2 miliardi di euro, sale a oltre 2,1 miliardi la copertura dell'investimento sull'opera che andrà da Agrate Brianza a Melegnano. Sul totale dei fondi, 475 milioni sono messi a disposizione dall'European investment bank, 350 milioni dalla Cassa depositi e prestiti, il restante dalle banche commerciali (in proprio e con provvista Cassa depositi e prestiti-Bei), Intesa Sanpaolo-Banca Imi (131,5 milioni di euro), Unicredit (131,5 milioni), Ubi banca (100 milioni), Mediobanca (75 milioni), Bpm (60 milioni), Credito bergamasco (50 milioni), Banca popolare dell'Emilia Romagna (30 milioni) e Santander (22 milioni). Un progetto che prevede 38 chilometri di opere viarie attraverso tre province (Milano, Lodi, Monza e Brianza) e 34 comuni, più 15 chilometri di viabilità secondaria. Cantieri aperti nel giugno 2012 da Truccazzano e il cronoprogramma prevede l'apertura al traffico dell'Arco Teem, la tratta compresa tra la provinciale 103 Cassanese e la 14 Rivoltana entro la primavera del 2014 per garantire il collegamento con la BreBeMi, la direttissima Brescia-Bergamo-Milano.
«Siamo riusciti a mettere insieme tutti gli elementi di un sistema che unisce pubblico, privato e mondo bancario - l'intervento del ministra Maurizio Lupi - Se c'è coordinamento e se ognuno esercita la sua funzione, un sistema così porta a creare un circolo virtuoso». E proprio per questo Maroni può annunciare che «Brebemi andrà in esercizio addirittura prima del termine previsto, stiamo realizzando la Pedemontana e, prima di Expo, sarà completata anche la tratta B1: su questo c'è il nostro massimo impegno, come c'è l'impegno a farla tutta, fino in fondo». L'assessore lombardo alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno garantisce che «entro giugno le prime auto potranno già percorrere l'arco della Tangenziale est esterna funzionale alla Brebemi», il tratto fra Pozzuolo Martesana e Liscate. Aggiungendo che «da quando hanno aperto i cantieri di Teem, Brebemi e Pedemontana, abbiamo fatto lavori per 1.850 milioni di euro che a fine anno arriveranno a quasi 2 miliardi».
Questo, aggiunge l'ad di Tangenziale esterna Stefano Maullu, «è stato un vero miracolo a Milano del quale dobbiamo ringraziare le eccellenze del sistema bancario, il governo che ha erogato un contributo pubblico spronandoci a conseguire il closing in fretta per contribuire alla crescita del Paese e il Gruppo Gavio che ha sempre puntato sulla modernizzazione della Lombardia».