Taglio dei fondi alle scuole private La reazione di genitori e Curia

Un taglio da 1,2 milioni alle scuole paritarie di Milano. La decisione di Palazzo Marino ha suscitato reazioni comprensibilmente negative, da parte di tutto il mondo delle fondazioni e onlus che gestiscono i 92 istituti scolastici paritari interessati al rinnovo della convenzione con il Comune e spesso sbrigativamente indicati come «privati», in realtà pubblici per il servizio che svolgono e per il risparmio che assicurano alle casse statali. E infatti: «Vengono penalizzate le scuole materne paritarie - ha fatto notare la consigliera pidiellina Mariolina Moioli - eppure se il Comune in queste condizioni economiche in cui si trova dovesse gestire da solo tutto non avrebbe le risorse per dare una risposta ai cittadini». «Una scelta che denota analfabetismo legislativo e improvvisazione nella gestione del bilancio» ha rincarato la dose il consigliere Matteo Forte.
Ma anche dal mondo delle paritarie la reazione è arrivata forte e chiara. E ha portato a un nuovo incontro e a una sorta di «tregua» con l'assessore alla Scuola, Francesco Cappelli, che ha firmato una nota congiunta con sigle importanti di questo mondo della libertà di insegnamento: Amism-Fism, Age Lombardia, Agesc Milano, Cdo Opere Educative Foe Milano, Fidae Lombardia, Comitato politico scolastico: «Tutti i bambini sono uguali e devono godere delle stesse opportunità educative - si legge - è necessario avere più cura verso le fasce più deboli della popolazione; le scuole dell'infanzia paritaria della città di Milano e le scuole comunali fanno parte dello stesso sistema pubblico integrato».

Commenti

fabio tincati

Mer, 25/09/2013 - 09:13

chissà se i milanesi avranno capito cosa succede a portare degli ideologhi integralisti con verità cretine nella stanza dei bottoni.Dopo l'area C gli aumenti dei trasporti,l'aumento delle tasse,questi ancora si definiscono di sinistra perchè amano gli zingari,complimenti!

paolodb

Mer, 25/09/2013 - 10:53

Come se le "fasce deboli della popolazione" si siano mai potute permettere una scuola privata, soprattutto del clero ...

nonnoaldo

Mer, 25/09/2013 - 13:45

La curia protesta? Ridicoli, dimenticano di aver appoggiato questo sindaco? Ora se lo godano.

ferry1

Mer, 25/09/2013 - 16:22

bravo nonnoaldo fra qualche tempo i Cattolici democratici sopporteranno anche il genitore1 e genitore2 e tanto altro...

ferry1

Mer, 25/09/2013 - 16:26

paolodb spero che i mei nipoti non incotrino biliosi come Lei.