Il taglio diventa design, mostra evento alla Triennale

Fino al 30 novembre la mostra-evento "Atom: The Cutting Factory": dodici designer espongono progetti realizzati usando diversi materiali ricavati dai sistemi di taglio dell'azienda

Tecnologia e creatività, oggetti che prendono vita e forma attraverso la materiaita. Un racconto perticolare per la mostra evento Atom: The Cutting Factory allestita alla Triennale di Milano e aperta al pubblico fino al 30 novembre che ha come protagonisti le tecnologie di taglio Atom, azienda italiana leader mondiale nella produzione dei sistemi per il taglio di materiali flessibili e semirigidi e 12 designer, coordinati da Giulio Iacchetti e Francesca Molteni con allestimento di Matteo Ragni e progetto grafico di Leonardo Sonnoli.

Celebrazione dei 70 anni di Atom, che ha voluto sostenere un laboratorio progettuale finalizzato non alla semplice realizzazione di prodotti finiti ma di oggetti che esaltano le potenzialità tecnologiche dei propri sistemi di taglio attraverso il connubio con il design. Ad essere coinvolti in questa sfida progettuale che parte dal taglio 4P1B, Federico Angi, Alessandra Baldereschi, Denise Bonapace, Agustina Bottoni, Giulio Iacchetti, JoeVelluto, Francesca Lanzavecchia + Wai, Chiara Moreschi, Lorenzo Palmeri, Sovrappensiero, Vittorio Venezia. A ciascun creativo è stata affidata l'interpretazione del tema partendo da 12 materiali diversi per realizzare un'opera inedita in grado di esprimere le potenzialità delle tecnologie di Atom.

Dialogo tra industria e design, capacità tecnologica ed estro creativo con progetti che esplorano i processi di creazione del prodotto, i materiali e la loro interazione fra arte, moda, design e tecnologia, estetica, complessità e potenziale produttivo. L'allestimento è accompagnato da una narrazione video che spiega la nascita del concept, il processo di realizzazione dei singoli prodotti la storia e la filosofia di Atom fra storytelling e sguardo sul futuro.

"É stato entusiasmante vedere crescere questo progetto - spiega Giovanni Gaia, presidente di Atom - accogliere i designer in azienda, lavorare fianco a fianco con ciascuno di loro. Questo lavoro ha aiutato anche noi a scoprire tutte le potenzialità delle nostre tecnologie. Ritengo questa mostra l’inizio di un viaggio che parte oggi nel tempio del design, La Triennale di Milano, ma destinato a continuare in tutte le nostre sedi all’estero".
"Le applicazioni delle nostre tecnologie - aggiunge - sono davvero tantissime e con questa mostra abbiamo voluto dare un valore simbolico alle potenzialità dei nostri sistemi di taglio, utilizzati ormai in diversi settori produttivi: calzature, pelletteria, arredamento, auto motive e accessoristica sportiva, solo per citarne alcuni. E' un nuovo modo di comunicare la nostra azienda in occasione del suo settantesimo compleanno. Ci fa piacere condividere con un pubblico più ampio rispetto ai nostri interlocutori di settore le potenzialità del nostro sistema industriale".

"I progetti emersi da questo viaggio fatto nel mondo dei sistemi di taglio Atom – dice Giulio Iacchetti - mettono in evidenza il mezzo attraverso cui sono stati ricavati: il taglio, spesso collegato ad accezioni negative, che invece in Atom:The Cutting Factory dimostra quanto possa unire, creare, dare nuova vita ai materiali, divenendo così il vero protagonista".

"Atom: The Cutting Factory è un progetto che mette il design al centro - sottolinea Francesca Molteni -. È un laboratorio di idee e di sperimentazione che ha permesso a 12 progettisti di esprimere tutta la loro creatività partendo da un taglio, realizzato con le tecnologie che Atom sa fornire attraverso le sue macchine. Obiettivo del progetto è mettere in mostra un processo piuttosto che oggetti finiti o semplici oggetti di uso quotidiano. È così che diventa un vero e proprio racconto: una storia incentrata su un contenuto tecnologico ed innovativo, raccontata attraverso l'estro creativo dei 12 designer".