Dopo la Tares inizia lo scontro sui conti Amsa

La battaglia sul nuovo regolamento della Tares, la tassa rifiuti coniata dall'ex governo Monti, si è chiusa a Palazzo Marino giovedì dopo le 23 di sera. Ma oggi in aula si apre un nuovo scontro sul tema, questa volta il Consiglio deve affrontare la delibera con cui la giunta ha approvato il Piano finanziario di Amsa. Due questioni collegate perchè a differenza della vecchia Tarsu, ora ogni euro speso dalla società per la gestione dei rifiuti sarà ricoperto con la Tares. E «nonostante Milano sia più sporca - fa presente il capogruppo di Fdi Riccardo De Corato che porta a testimone Giorgio Armani per le sue recenti dichiarazioni - la tassa rispetto al 2012 aumenterà di 24 milioni». Solo la pulizia di strade e aree verdi «cresce di 3 milioni».