Tasse e periferie dimenticate Il «flop» di Pisapia & company

Forza Italia lancia la sfida per riconquistare Milano sabato nella convention del Pirellone dove è annunciato Berlusconi. E dopo il forfait del sindaco la sinistra rischia di implodere

Il lancio della campagna elettorale per le comunali del 2016 dopo il gran rifiuto alla candidatura dell'ormai sindaco pro tempore Giuliano Pisapia, ma anche l'apertura della stagione dei congressi di Forza Italia per rinnovare la sua classe dirigente. Sarà questo il palinsesto della kermesse organizzata dalla coordinatrice regionale Mariastella Gelmini sabato all'Auditorium Giorgio Gaber di piazza Duca d'Aosta e a cui è annunciata anche la partecipazione del presidente Silvio Berlusconi. Già pronta una scaletta che prevede una «regia particolare» annunciano gli organizzatori, streaming e video su Milano per «raccontare il fallimento della rivoluzione promessa da Pisapia». Un racconto su stangate e periferie trascurate, messo in contrapposizione con gli esempi del buongoverno di centrodestra con le amministrazioni di Moratti e Albertini». E mentre Pisapia mostra segni di nervosismo in un video da Roma, il patto tra Pd e la sinistra rischia di implodere già il primo giorno di Expo. Gli antagonisti, da cui Sel e compagni pigliano voti, annunciano 6 mesi di mobilitazione in città.