Tecnici di Atm e Aem al lavoro per allestire i quarantatré ingressi della città. La pollution charge entrerà in vigore tra due mesi esatti Varchi per il ticket, ecco le telecamere Cominciata la sperimentazione degli occhi elettronici. Sono collegati al

Prove tecniche di ticket. Ecco (nella foto) all’angolo tra via San Vittore e viale di Porta Vercellina la prima delle quarantatré telecamere che fra due mesi esatti faranno pagare agli automobilisti la pollution charge, la tassa sull’inquinamento per chi voglia arrivare in auto fino in centro. Approfittando di una città deserta Atm ed Aem, le municipalizzate incaricate dal Comune di piazzare i varchi elettronici, sono al lavoro. Lavori stradali per incanalare le auto e rendere più facilmente fotografabili le targhe. Che saranno inviate al cervellone della centrale operativa della polizia municipale in piazza Beccaria che è già stata collegata al database del ministero dei Trasporti. Tutto funziona, assicurano i tecnici al lavoro in questi giorni. La telecamera, l’altra sera, è stata capace di «beccare» tre moto passate contemporaneamente sotto il varco elettronico. A ogni classe inquinante corrisponderà un diverso pedaggio. Da pagare anticipatamente o entro le ventiquattr’ore. Pena, per i trasgressori, 70 euro di multa. Da ricordare che si pagherà sia per entrare che per circolare all’interno della Cerchia dei Bastioni. Anche chi è già all’interno, quindi, dovrà mettersi in regola.