Le telecamere li inchiodano dopo il colpo

Il 3 febbraio, insieme ad altri complici, avevano messo a segno una rapina a mano armata in una panetteria di Cesano Boscone e, due settimane più tardi, un altro colpo in una farmacia di Trezzano sul Naviglio. Così due marocchini di 46 e 19 anni sono stati arrestati e portati nel carcere di San Vittore proprio dai carabinieri della stazione di Trezzano. A tradirli le immagini delle telecamere di sorveglianza, analizzate con cura dagli investigatori dell'Arma. Le cui indagini, portate avanti anche grazie al l'analisi delle impronte digitali, hanno permesso di delineare la piena responsabilità dei due malviventi. Il più giovane era già stato fermato il 24 marzo.

Commenti

pensaepoiagisci

Lun, 16/04/2018 - 21:09

spero che gli diano 4 anni ed un giorno altrimenti..continueranno a far il loro onesto lavoro ;-)