Telecamere, la Moratti arruola quelle private

Le telecamere private collegate alla super tecnologica centrale operativa della polizia municipale di piazza Beccaria. Letizia Moratti vuole «arruolare» le migliaia di occhi elettronici piazzati davanti a negozi, gioiellerie, banche e palazzi. Una rete sterminata e capillare che si aggiungerebbe alle oltre mille apparecchiature già installata dal Comune. «Con l’aiuto dei privati - la richiesta del sindaco - avremo un maggior controllo sulla città e gli agenti sarebbero in grado di intervenire ancor più tempestivamente». Da superare i problemi tecnici perché le attuali apparecchiature non sono abilitate ala trasmissione delle immagini. «Potremmo chiedere - replica il sindaco -, di sostituire gli apparecchi. A loro spese, magari con un’ordinanza». Nessun problema, invece, per la privacy. «Utilizzare per fini di sicurezza anche le telecamere private, non pone alcun problema - assicura Fausto Giunta, ordinario di Diritto penale - A patto che le immagini siano utilizzate in modo corretto».