Tentato suicidio, metrò fermo per 3 ore e mezzo

Stop di tre ore e mezza alla circolazione dei treni della metropolitana lungo parte della linea gialla ieri mattina dopo un tentato suicidio alla stazione Brenta. Un 38enne italiano si è buttato sui binari intorno a mezzogiorno ed è stato ricoverato in condizioni critiche al Niguarda. Il traffico dei treni è rimasto fermo fino alle 15.35 dalla stazione di Porta Romana fino a quella di Rogoredo ma solo in direzione della periferia. Per coprire quel tratto di percorso Atm ha attivato una serie di autobus sostitutivi.
La linea verde era rimasta ferma poco più di due ore un mese fa, il 9 maggio, quando un 26enne di Busto Arsizio si era tolto la vita gettandosi sui binari alla stazione Garibaldi alle 9 di quel giovedì.