Da terreno incolto a orto per i bimbi Spazio affidato alla scuola Montessori

Da area inutilizzata e degradata a spazio verde per i bambini della scuola Montessori. Una striscia di terreno demaniale di 275 metri quadri in via Arosio, in zona 8, sarà concessa in locazione alla Casa dei Bambini Montessori che la userà per ampliare gli orti curati dagli alunni della scuola dell'infanzia e della primaria. Il terreno confina con la recinzione dei giardini della struttura scolastica e allo stato attuale è incolto e in stato di abbandono. La scuola Montessori, che ha chiesto al Comune di prendersi cura del terreno, destinerà lo spazio a verde, ne curerà la manutenzione e realizzerà un varco nella propria recinzione per garantire il passaggio. Il contratto avrà una durata di cinque anni e il canone sarà ridotto del 70 per cento in quanto destinato ad associazione senza fini lucro (1.190 euro all'anno, invece di circa quattromila euro).
«Solo quest'anno – afferma l'assessore al Demanio Daniela Benelli – sono 3mila i metri quadri di terreni e aree inutilizzate e in stato di abbandono che abbiamo destinato ad usi diversi, soprattutto verde, accogliendo le richieste arrivate dai Consigli di Zona, dai condomini e da vari enti. Si tratta di strisce di terreno, aree o parti di strade che, in alcuni casi, abbiamo anche cercato di assegnare tramite bando ma senza successo». Ben vengano dunque sottolinea «le segnalazioni dei quartieri che ci aiutano a “mappare“ queste situazioni e a risolverle in poco tempo». Dal primo gennaio ad oggi sono state concesse aree per un totale di 3mila metri quadri. Tra questi, il caso di via Calabiana: era un luogo di spaccio, prostituzione e degrado ma è stato assegnato al condominio di via Albini che lo ha recintato.