Il testamento biologico arriva in aula

Il Consiglio comunale si riunisce oggi. Fra gli argomenti all'ordine del giorno le delibere sull'istituzione del registro di raccolta e conservazione delle dichiarazioni anticipate di fine vita e del relativo Regolamento, in pratica il «biotestamento». In programma, anche la votazione di alcune mozioni e ordini del giorno. A tal proposito, il vicepresidente del Consiglio comunale Riccardo De Corato (Fratelli d'Italia) avverte: «Senza l'autorizzazione del Garante della privacy il registro non serve a nulla. Infatti - spiega - nel parere di legittimità del segretario generale e dei direttori centrali viene ribadito “parere favorevole di legittimità nell'intesa che, ai fini del trattamento dei dati sensibili derivanti dalla raccolta e conservazione delle dichiarazioni anticipate di trattamento presso gli uffici comunali, venga richiesta autorizzazione del garante della privacy”». Insomma «questo registro i - spiega - non esiste se non viene validato volta per volta dal Garante della privacy».