Ticket antismog, Berlusconi tira il freno

I dati dei sondaggisti di fiducia preoccupano Silvio Berlusconi. Il ticket non piace ai milanesi e il leader della Cdl è da giorni al lavoro su quello che sarà il tema più caldo dell’autunno sotto la Madonnina. Prima era solo il suo fiuto, ora ci sono anche i numeri che sembrano bocciare senza molta possibilità d’appello la pollution charge. La tassa sull’inquinamento messa da Letizia Moratti nel programma di sindaco e sottoscritta da tutti i partiti del centrodestra. Ma che piace sempre meno ad automobilisti e politici. E dalla Provincia di Milano si leva la denuncia di Forza Italia nei confronti di Filippo Penati: «Poteva evitare l’aumento del biglietto Atm». Accusa sottoscritta pure da spezzoni della maggioranza di sinistra.