Ticket sanitari, non pagano gli over 65 con redditi bassi

È ancora presto per parlare di abolizione del ticket ma di sicuro si fa un passo in più verso la realizzazione del sogno maroniano: eliminare il contributo sanitario entro il 2018.
Per ora cresce la platea dei lombardi esenti che passano dai circa 5 milioni attuali a poco meno di 6 milioni a partire dal 2014. La giunta lombarda ha approvato una delibera che, con 40 milioni, esenterà dal pagamento dei ticket sui farmaci anche gli over 65 con reddito inferiore ai 18mila euro, che vanno ad aggiungersi a quelli con malattie croniche già esentati, per una platea di 800mila persone. In più, 12 milioni sono stati stanziati per mantenere l'esenzione per i disoccupati cassintegrati e per i minori di 14 anni. Infine 2 milioni sono a disposizione per mantenere anche nel 2014 l'esenzione per gli interventi chirurgici in day surgery. «Questo - sostiene il presidente lombardo Roberto Maroni - è l'inizio di un percorso che entro la fine della legislatura dovrà portare all'abolizione dei ticket o alla loro significativa riduzione». «Arriviamo a circa sei milioni di esenzioni» aggiunge l'assessore lombardo Mario Mantovani.
La novità arriva dopo l'esenzione del bollo auto per chi rottama una vettura Euro 3 e dopo l'esenzione dall'Irap per le imprese start up innovative. «Togliere agli over 65 anche solo la spesa di 2 o 4 euro ogni volta che vanno in farmacia per comprare le medicine è una soluzione straordinaria» aggiunge Maroni. (...)