Toni Servillo fa il padrino del cinema sotto le stelle

Partono i film all'aperto dell'AriAnteo: 500 i film con 35 anteprime in programma fino a settembre

Torna il cinema sotto il cielo estivo di AriAnteo, per la soddisfazione dei milanesi che intendono recuperare i migliori film passati nelle sale in questa stagione. Titoli di qualità, d'autore ma anche da solidi numeri al botteghino, ai quali vanno aggiunte svariate anteprime: tra le oltre 500 proiezioni, attese in cinque spazi in punti diversi della città, saranno ben 35 le anteprime fino ad agosto.

Presentato nella suggestiva e moderna cornice di CityLife, dove da ieri è allestita l'arena principale della rassegna (600 posti a sedere ai piedi delle Torri Hadid e Isozaki, con accesso diretto da largo Domodossola), AriAnteo nasce all'insegna di un sempre più marcato policentrismo: «Spazi nuovi adibiti a funzione pubblica spiega l'assessore alla cultura del Comune Filippo Del Corno . Il cinema è un perfetto punto di incontro tra cultura e aggregazione sociale. La tendenza delle grandi metropoli è questa: lo sviluppo di diversi centri».

La scomparsa della maggior parte delle sale cinematografiche dal cosiddetto centro storico è una questione ampiamente superata dalla storia. Oltre all'AriAnteo CityLife, il cui cartellone prevede una proiezione al giorno fino al 10 settembre, si affiancano Palazzo Reale (500 posti, fino al 13 settembre), Umanitaria (200 posti, fino al 17 settembre), la sala con schermo double-face e due platee con cuffie al Chiostro dell'Incoronata in zona Moscova (318 e 286 posti, fino al 31 agosto) e, a sostituire il Conservatorio, la Fabbrica del Vapore (400 posti, dal 18 giugno fino al 10 settembre, ma il cartellone non è ancora disponibile).

Il calendario è disponibile sul sito Spaziocinema.info, l'ingresso per spettacolo è di 7.50 euro, l'abbonamento a 10 spettacoli di 39 euro. Stasera alle 21.45 i titoli proiettati sono Lasciati andare dell'esordiente Francesco Amato (CityLife), con Toni Servillo per la prima volta protagonista in una commedia leggera, e Il sale della terra di Wim Wenders (Palazzo Reale). Tra le prossime anteprime il conturbante Lady Macbeth di William Oldroyd (Palazzo Reale, 13 giugno), Parigi può aspettare di Eleanor Coppola (Palazzo Reale, 14 giugno), Aspettando il re di Tom Tykwer, con Tom Hanks (CityLife, 14 giugno) e Codice criminale di Adam Smith, con Michael Fassbender (CityLife, 27 giugno).

Alla presentazione di AriAnteo sono intervenuti anche l'amministratore delegato di CityLife e quello di Anteo Lionello Cerri: l'alleanza tra i due si fa strategica nel momento in cui, nel prossimo futuro, aprirà proprio in quest'area un centro commerciale al cui interno vi sarà un nuovo multisala di qualità, oltre a 60 negozi e 18 ristoranti: «Non abbiamo scelto ancora un nome per lo spazio, lo potrebbero scegliere i milanesi con un sondaggio spiega Cerri . Certo è che questo multisala seguirà lo stile Anteo: titoli di qualità per un pubblico amante del cinema, nessuna vendita di popcorn». Insomma, il cinema come si deve: da vedere e ascoltare. Quanto allo storico Anteo, Cerri annuncia: «Ai primi di settembre finalmente dovrebbe aprirsi il palazzo del Cinema in piazza XXV Aprile».