Tony Manero accende la febbre da musical

«Preparati a ballare». É il sottotitolo del nuovo musical in arrivo al Teatro Nazionale, La Febbre del sabato Sera, prodotto dalla multinazionale Stage Entertainment, in cartellone dal 18 ottobre fino al 27 gennaio. Ma potrebbe essere un involontario slogan rivolto ai milanesi per suonare la carica del genere musical in città. La nuova stagione 2012/2013 si annuncia infatti, per Milano, infarcita di titoli, come si può già intuire dallo scoppiettante autunno appena iniziato. A suonare la carica sono, per primi, il già citato nazionale con la versione italiana di Saturday Night Fever e il Teatro Nuovo, che dal 9 ottobre all'11 novembre ospiterà l'atteso Shrek, allestimento italiano ad opera di Ned Grujic e Claudio Insegno del family-show che ha recentemente raccolto ottimi consensi in Francia (una versione ancora più fortunata è in scena di questi tempi anche a Londra). Saranno dunque il ciuffo burino e anni '70 di Tony Manero (consacrato al cinema da John Travolta) e il testone verde dell'orco amato dai bambini a sfidarsi, ben sapendo che la parentela musical è nei fatti, ma i tipi di pubblico richiamati sono diversi. Presentato ieri al Nazionale con uno sguardo backstage offerto alla stampa, La Febbre del Sabato Sera scatena già il sorriso dell'ad di Stage Entertainment Matteo Forte, che dice: «Vendite e prenotazioni per lo spettacolo stanno andando meglio di tutti i precedenti anni». Diversamente dalle scorse stagioni, il titolo al Nazionale chiuderà a fine gennaio e non in primavera perché, specifica Forte, «abbiamo difficoltà a riempire la sala negli ultimi due mesi, e il senso dello show lo si ha solo a teatro pieno». Sottinteso speranzoso: prima o poi la crisi finirà. La regia dello show è di Caroline Brouwer, con Chiara Noschese regista associato, le coreografie sono di Chris Baldock. Musiche dal vivo, traduzione di testi e liriche dello specialista Franco Travaglio. I brani «da discoteca» dei Bee Gees non legati alla trama restano però in lingua originale, per la felicità dei fan.
La sfida in novembre sarà tra altri due titoli «dalle spalle larghe» come Priscilla, produzione Poltronissima e Mas al Teatro degli Arcimboldi dal 6 novembre, al ritorno milanese dopo il successo al Ciak dell'anno scorso, e la novità Titanic - al Nuovo dal 27 novembre - per la regia di Federico Bellone e prodotto dalla Barley Arts. Con l'anno nuovo, però, le attenzioni saranno tutte per il classico di Broadway (dal 1959) Gipsy atteso al Nuovo: si tratta non solo di una prima assoluta italiana, ma anche del ritorno alle scene di Loretta Goggi in un ruolo che non sia sé stessa, bensì un personaggio leggendario interpretato da star come Angela Lansbury, Patti LuPone e Bette Midler. La pioggia di musical su Milano sarà incessante: al Teatro della Luna in gennaio arriverà Frankenstein Junior, tornerà in febbraio Grease nella storica versione della Compagnia della Rancia, in marzo sarà la volta di Biancaneve il Musical, e ad aprile sarà protagonista Manuel Frattini con il suo show Sindrome da musical. Sempre in primavera, al Teatro Nuovo, Justine Mattera interpreterà lo storico ruolo di Marilyn Monroe nella versione musical di A qualcuno piace caldo, dal titolo Sugar, per la regia di Federico Bellone. Non mancheranno allestimenti come Bulli e Pupe, in marzo al Teatro Carcano, W Zorro al Teatro Ciak in dicembre, Siddharta agli Arcimboldi in febbraio.