Torna la balera in piazza del Cannone

Giochi e danze, da domani al 6 settembre una pista da ballo di 450 metri quadrati

«La vera estate a Milano non parte senza la pista di ballo in piazza del Cannone». Parola dell'assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino, che pure nel 2013 si trovò sommerso dalle polemiche dei nonni perchè la pista era troppo piccola e i prezzi delle consumazioni eccessivi. Domani con una grande festa d'inaugurazione riaprirà la «balera» estiva dietro al Castello, gli anziani potranno scatenarsi tutti i giorni dalle tre del pomeriggio alle 23 fino al 6 settembre su una pista da ballo comunale da 450 metri quadrati, coperta da una tensostruttura e attrezzata con impianto luci e audio. Contro il caldo che proprio questa settimana si preannuncia asfissiante (arriva un'ondata d'afa che porta il nome di «Lucifero», con temperature intorno ai 40 gradi) intorno alla struttura saranno montate quattro unità rinfrescanti con vaporizzatori e ventilatori. A completare la balera, il palco su cui si alterneranno gruppi dal vivo o deejay.

Non solo balli. In piazza del Cannone ci sarà una anche zona attrezzata con tavolini e sedie per chiacchierare o organizzare giochi da tavola, e la «Locanda alla mano» (la caffetteria dalla cooperativa Contè che si occupa dell'inserimento lavorativo di ragazzi Down ed è aperta tutto l'anno al parco Sempione) sarà il punto di riferimento di «Vacanze a Milano» e ospiterà alcuni eventi in programma, come letture ad alta voce o concerti di musica classica. L'offerta estiva al Castello «è amata da tantissimi anziani e da qualche anno partecipano anche le famiglie, creando un mix generazionale che rende il luogo piacevole per tutti» sottolinea Majorino. Per chi non potrà raggiungere piazza del Cannone «abbiamo organizzato attività in ogni quartiere, in particolare nei cortili dei caseggiati popolari, riscoprendo un modo di stare insieme che era andato perduto». Sono state circa duecento a luglio, ne son previste una novantina ad agosto. E «nei centri socio ricreativi - assicura l'assessore - le attività non si fermeranno neanche ad agosto», quindi sono assicurate tombolate, gite in città e fuori porta e in alcuni casi il tradizionale pranzo di ferragosto anche nelle sedi del Comune fuori dal centro. Milano, afferma l'assessore al Turismo Roberta Guaineri, «è viva e attrattiva a prescindere dal periodo dell'anno. Ogni stagione deve avere un calendario specifico, sempre ugualmente ricco».

E chiuderà solo dal 16 al 22 agosto (compreso) la Balera dell'Ortica, l'altra meta tipica per gli anziani (e non solo) con la febbre del ballo. Con le serate di swing e boogie woogie, la sera in pista si incrociano almeno tre o quattro generazioni.