Torna La Fabbrica del Canto

È partito ieri nella chiesa del Santissimo Redentore a Legnano la XXI edizione de La Fabbrica del Canto

È partito ieri nella chiesa del Santissimo Redentore a Legnano la XXI edizione de La Fabbrica del Canto: otto i cori ospiti del festival corale internazionale provenienti da otto paesi, rispettivamente Ungheria, Repubblica Ceca, Lettonia, Svezia, Turchia, UK, Spagna e Germania. Carlo Leonardi, presidente dell'Associazione musicale Jubilate di Legnano, organizzatrice del festival, ha presentato le novità della rassegna di quest’anno che "si aprirà con l’esibizione del coro misto Sofia Vokalensemble diretto da Bengt Ollén, vincitore, lo scorso 22 aprile, dell’European Grand Prix for Choral Singing 2012". "Ancora una volta la Fabbrica del Canto vuole essere il palcoscenico dei migliori cori del mondo", ha aggiunto Leonardi. Assieme alla Svezia, al Redentore, si sono esibiti musicisti provenienti dall’Ungheria, dalla Repubblica Ceca e dalla Lettonia. I

Nei prossimi giorni si svolgeranno altri 28 concerti a ingresso libero in programma in 25 comuni di sei province della Lombardia. Quartier generale della rassegna sarà la città di Legnano dove – come da tradizione – alloggeranno i coristi: 160, in totale, i musicisti ospitati. Caloroso il messaggio di saluto del Sindaco di Legnano, Alberto Centinaio: "È un orgoglio per Legnano avere un festival come La Fabbrica del Canto per i risultati che ha ottenuto a livello mondiale. Siamo a mille giorni dall’inaugurazione dell’Expo: la Fabbrica del Canto sarà uno degli eventi che ci permetterà di valorizzare il nostro territorio anche dal punto di vista culturale".

Due i cori femminili presenti al festival di quest’anno: Niniwe, composto da quattro giovani cantatrici accumunate dall’originale approccio alla musica corale, e Latvian Voices, formato da sette soliste lettoni che accompagneranno le esibizioni con originali coreografie. L’unico coro interamente maschile arriverà dalla Repubblica Ceca, Gentlemen Singers, vincitore del concorso internazionale di Busan, in Corea del Sud. E, poi, ancora in cartellone quattro cori misti: arriverà dalla Gran Bretagna il gruppo Convivium Singers, recentemente premiato al concorso internazionale di Tolosa; ungherese è l’ensemble Banchieri Singers con un vastissimo repertorio dal sacro al popolare; il gruppo turco Boğaziçi Jazz Choir con un organico di circa 40 elementi che spaziano dalla musica latina al gospel e, infine, gli spagnoli El Leon de Oro, che eseguiranno brani composti dal Rinascimento ai giorni nostri.

Cinque gli appuntamenti più attesi della rassegna: dopo l’apertura al Redentore di Legnano, sabato 23 giugno alle ore 21 il maxi concerto di musica sacra nella basilica di Sant’Ambrogio a Milano e, domenica 24 giugno alle ore 17, il maxi concerto di musica popolare al teatro Dal Verme di Milano. «Per la prima volta nella storia del festival – spiega Francesco Leonardi, responsabile del palinsesto musicale – la grande maratona corale di musica popolare al Dal Verme verrà trasmessa in streaming. Sarà così possibile assistere in tempo reale sul sito www.jubilate.it all’esibizione degli otto cori protagonisti della XXI edizione della Fabbrica del Canto. Altri due maxi concerti da non perdere quelli in programma a Castellanza il 25 giugno presso il Palaborsani e a Legnano il 28 giugno alle ore 21 presso il Redentore.

Anche in occasione della ventunesima edizione la Fabbrica del Canto dà vita a una raccolta benefica: tutti i fondi raccolti nei concerti verranno devoluti, come da tradizione, ai Frati minori conventuali per la costruzione di un dispensario in Kenya. I fondi raccolti durante la maratona di musica popolare in programma al Dal Verme saranno destinati alle popolazioni colpite dal terremoto in Lombardia e in Emilia Romagna. Le donazioni del pubblico nel corso della passata edizione sono state utilizzate per sostenere le comunità argentine che vivono nelle favelas assistite dall’opera dei Frati minori conventuali.

A raccogliere le offerte donate dal pubblico della Fabbrica del Canto saranno i Fabbrica boys, trenta volontari studenti dell’Istituto Superiore “Carlo Dell'Acqua” di Legnano, del liceo scientifico e classico “Galileo Galilei” di Legnano e del liceo scientifico “Cavalleri” di Parabiago.

Dal 23 al 27 giugno la Fabbrica del Canto avrà il piacere e l’onore di ospitare a Legnano il Direttivo della Federazione Mondiale di Musica Corale (IFCM): i 20 rappresentanti di questa prestigiosa istituzione siederanno tra il pubblico dei concerti in programma in Lombardia.

I concerti da non perdere:

- Milano: sabato 23 alle 21 alla basilica di Sant’Ambrogio (musica sacra), domenica 24 alle 17 al teatro Dal Verme (musica popolare)

- Legnano: lunedì 18 e giovedì 28 alle 21, Chiesa Parrocchiale SS. Redentore

- Cassano Magnago: martedì 19 giugno alle 21, Chiesa Santa Maria del Cerro

- Ponte Nossa: mercoledì 20 alle 21, Chiesa di Santa Maria Annunciata

- Tovo Sant’Agata: giovedì 21 alle 21, Chiesetta della Madunina - Brugherio: venerdì 22 alle 21, Chiesa Parrocchiale di San Carlo

- Castellanza: lunedì 25 alle 21, Palaborsani, Via per Legnano 3

- Vighizzolo di Cantù: martedì 26 alle 21, Chiesa SS Pietro e Paolo

- Parabiago: mercoledì 27 alle 21, Chiesa di Gesù Crocifisso Gli 8 cori ospitati: Gentlemen Singers (uomini, Repubblica Ceca), Latvian Voices (donne, Lettonia), Niniwe (donne, Germania), Sofia Vokalensamble (misto, Svezia), Banchieri Singers (misto, Ungheria), Bogazici Jazz Choir (misto, Turchia), Convivium Singers (misto, Gran Bretagna), El Leon de Oro (misto, Spagna)