Tragedie sulle strade, morti due pedoni

Palazzo Marino rilancia la campagna anti-droga e lo fa utilizzando un’antica strategia, quella del bastone e della carota. Da oggi, infatti, oltre cento discoteche di Milano saranno tappezzate di manifesti informativi e con slogan contro l’uso di stupefacenti. «Dalla collaborazione con il Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda - spiega l’assessore alla Salute Carla De Albertis - è nato, in occasione della Giornata Mondiale contro la droga, un manifesto che servirà ad allertare chi va in discoteca sui danni provocati dalle cinque droghe più diffuse: cannabis, cocaina, eroina, ecstasy e amfetamine». Da ottobre, inoltre, ricalcando il modello già utilizzato per contrastare l’abuso di alcol, partiranno i test anti-droga volontari all’uscita dei locali, con consumazioni omaggio per chi risulta «pulito». Parallelamente, pattuglie dei ghisa intensificheranno i controlli con il supporto di unità cinofile. «Fondamentale la collaborazione tra Comune, Polizia Municipale e gestori dei locali - dice De Albertis -. In questo modo non trascureremo alcuna fase, dalla sensibilizzazione all’ informazione fino, se necessario, alla repressione». La campagna di Palazzo Marino non si fermerà qui: «Entro dicembre - anticipa l’assessore - pensiamo di estendere il buono per il kit anti-droga, oltre alle famiglie di Zona 6, anche a quelle delle altre 8 zone della città».