«Trame sonore» a palazzo: Mantova punta sui concerti

Esibizioni nei musei, chiese ed edifici storici: la capitale della cultura sposa la musica all'arte con appuntamenti gratis e a pagamento

Concerti, arte, incontri e perfino giochi per bambini rappresentano la ricca e interessante offerta di «Trame sonore», il Mantova Chamber music festival che tra oggi e domani raggiunge il momento più intenso dei tanti appuntamenti proposti. Il capoluogo lombardo, danneggiato dal terremoto nel 2012, è stato designato quest'anno capitale italiana della cultura e, in questo ruolo, propone un'esperienza alta e informale in grado di accattivarsi le simpatie di larghe fette di pubblico.

La musica da camera ritrova il prestigio di luoghi a lei consoni per dimensioni e acustica, ma non solo. Moltissimi gli ospiti di grande nome che contraddistinguono la scena attuale. A fianco dell'Orchestra da camera di Mantova, ci sono virtuosi come Alexander Lonquich, Vilde Frang, Giovanni Sollima e Bruno Canino fra gli altri. Un'icona dal pianismo mondiale come Alfred Brendel sarà l'ospite d'onore dell'edizione 2016, oltre all'austriaco Renald Deppe e al maestro Ivan Fedele.

Bambini e studenti avranno spazi a loro dedicati con momenti specifici e diversi, studiati apposta per coinvolgerli direttamente. Cambiano invece le modalità di accesso. Durante l'orario di apertura, Palazzo Ducale e Palazzo Te accoglieranno musica a tutte le ore, senza posti riservati e con il solo obbligo di acquisto del biglietto d'ingresso al museo. Per tutti gli altri eventi nei quali è necessario riservare i posti tramite pass e biglietti - i costi variano da 5 euro a 145 - si può consultare il programma dettagliato esposto sul sito internet www.mantovachamber.com.

Cinque le principali location. Sala Manto sarà il cuore del festival, insieme con tutta la Corte Nuova, dopo il restauro conseguente ai danni del sisma. Importanti decorazioni con personaggi mitologici affascineranno gli spettatori oltre alle note che vi risuoneranno. Palazzo Ducale in notturna mette a disposizione anche la Sala del Pisanello, quella degli specchi e la Galleria dei fiumi. Concerti sono previsti anche nella basilica di Santa Barbara, nel cortile di Palazzo Castiglioni e nel Palazzo della Ragione. Alla Rotonda di San Lorenzo - ingresso libero fino a esaurimento posti - sono previsti due concerti oggi alle 12 e alle 19 e uno domani a mezzogiorno. Il programma è interamente dedicato a Bach.

Cinque i recital programmati alla Sala degli specchi. Oggi alle 10.45, alle 15.45 e alle 18. Domani alle 10.45 e alle 17. Violino, violoncello e pianoforte eseguiranno brani classici accanto ad altri contemporanei. Per i bambini oltre i 5 anni, due interessanti iniziative. «Inseguendo il pifferaio magico», in programma alle 16 e alle 19 dalla durata di venti minuti, è una divertente caccia al tesoro alla scoperta di luoghi segreti e aneddoti curiosi per introdurre i piccoli alla musica. L'ingresso è libero, la prenotazione è consigliata, il numero di partecipanti è 30. «Musica da giocare» è invece un laboratorio che insegna i capisaldi della Classica ai più piccini, che avranno l'opportunità di avvicinarsi a Mozart, Chopin, ai nomi degli strumenti e alle note sul pentagramma. A tutti è consigliata la prenotazione gratuita per il numero fisso di partecipanti.