Tramezzini gelati a pasto: scuole di Milano risarcite con 65mila euro di libri

L'azienda di ristorazione aveva servito tramezzini congelati, a causa della mancanza di personale, impegnato in un'assemblea sindacale

Tramezzini ghiacciati o addirittura congelati, con una fetta di un formaggio non ben identificato, uno strato di maionese, cibo non conforme alle norme scolastiche perché potrebbe scatenare allergie, e un pomodorino spappolato. Era stato questo il pranzo fornito dalle mense scolastiche in alcune scuole di Milano, a causa dell'assemblea sindacale che teneva impegnato il personale della ristorazione.

Dopo quel pranzo si era scatenata una bufera, fatta di fotografie postate sui social dalle mamme indignate e dalle segnalazioni degli insegnanti, che avevano segnalato la scarsa qualità e la non idoneità del pasto servito ai bambini. Milano Ristorazione, l'azienda che si occupa dei pasti nelle scuole, ha incontrato l'assessore all'Educazione del Comune di Milano, ha annunciato un risarcimento simbolico per gli istituti danneggiati, per ripagarli del pranzo "di scarsissima qualità" che avevano preparato il giorno dell'assemblea.

Il risarcimento, secondo quanto riportato da Tgcom24, consisterà in 65mila euro, la stessa cifra usata per i tramezzini immangiabili, destinati all'acquisto di materiale scolastico e libri.

Commenti

cgf

Mar, 20/11/2018 - 22:06

65mila prezzo di copertina, poi lo sconto che c'è nell'editoria, la possibilità di SVUOTARE magazzini... ok, 12.700 euro e via.