Travolto e ucciso dal metrò

Un uomo tra i 40 e i 50 anni di carnagione chiara e vestito normalmente, è stato trovato morto intorno alle 11 sui binari della stazione Udine della linea 2 della metropolitana milanese, dove è stato travolto da un treno. Gli accertamenti non hanno ancora chiarito se si sia trattato di un drammatico incidente o un di suicidio.
Dalle immagini delle telecamere di sicurezza della stazione, che sono state immediatamente acquisite dalla Polmetro che sta svolgendo le indagini, si vede l'uomo (che non aveva con sé documenti e quindi non è stato ancora identificato) avviarsi lungo la banchina fin quasi dentro il tunnel dove è sceso lungo i binari finendo travolto dal treno sopraggiunto in quel frangente. Dell'investimento non si sarebbe accorto né il conducente del convoglio, né eventuali altri passeggeri in attesa della metropolitana ma soltanto altri sopraggiunti dopo, che avrebbero notato il corpo straziato in un punto poco illuminato. La circolazione, sospesa tra le stazioni di Cimiano e Udine, è ripresa alle 17.
Sempre ieri mattina, un passante ha salvato una signora milanese di 78 anni che aveva tentato il suidicio immergendosi con una scaletta nelle gelide acque del Naviglio nei pressi della chiesa di via Alzaia Naviglio Grande. Con l'aiuto di un bastone, l'uomo ha «tirato» verso la riva l'anziana riuscendo a trarla in salvo, intirizzita ma cosciente. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118 che ha soccorso la donna.