DOPO TRE ANNI DAL BANDO I presidi che hanno vinto il concorso entreranno in servizio il 30 giugno

Risolta la vicenda dei neo presidi. Il capo di gabinetto e il capo del Dipartimento per l'istruzione del Miur, su sollecitazione del ministro Stefania Giannini, hanno incontrato una delegazione dei 355 vincitori del concorso per dirigenti scolastici della Lombardia, giunto a conclusione a tre anni dal bando a causa dei ricorsi. A causa di un «effetto domino», si legge in una nota del ministero, 40mila alunni rischiavano un cambio in corsa di docenti qualora i neo dirigenti avessero lasciato le loro classi per entrare in presidenza. Tutto questo non accadrà: i 355 presidi prenderanno servizio il prossimo 30 giugno e cominceranno a breve la formazione obbligatoria, tirocinio compreso. Nel frattempo rimarranno in cattedra fino alla fine dell'anno scolastico, con garanzia giuridica della loro presenza anche nel corso degli esami di maturità.