Tre giorni per toccare il cielo con un dito

Gare aerostatiche, voli gratis in mongolfiera, mostra storica e laboratori per i bambini: prende il via il weekend nel parco di Monza

Jessica Bordoni

Sarà un fine settimana decisamente all'altezza, almeno a giudicare dalle intenzioni. Da domani a lunedì la Villa Reale di Monza ospita lo scenografico «Festival del Volo», una tre giorni aperta al pubblico tra salite in mongolfiera, gare aerostatiche, ma anche mostre a tema, momenti di intrattenimento e laboratori per i più piccoli. L'appuntamento è nel grande prato del parco di Monza, di fronte a Villa Mirabello. Sabato mattina dalle 8,30 si potrà assistere alle affascinanti operazioni di gonfiaggio dei palloni a gas. Intorno alle 12, le teste saranno rivolte all'insù per seguire la gara dei «giganti ecologici dell'aria», a cui parteciperanno piloti di fama mondiale. Il trofeo è dedicato a Celestino Uselli, che nel 1906 attraversò le Alpi dall'Italia alla Francia. Le regole della competizione verranno rese note solo pochi minuti prima della partenza, a scelta fra tre possibili tipologie: la «Caccia alla volpe», il «Judge declared goal» e il «Fly-in». Nella Caccia alla volpe, un pallone (alias la volpe) parte 10 minuti prima e vola seguendo le correnti per un minimo di 30 minuti, poi gli altri partono all'inseguimento e devono riuscire ad atterrargli il più vicino possibile. Nel Judge declared goal, il direttore di gara stabilisce un bersaglio all'interno del campo e ad aggiudicarsi la vittoria è la mongolfiera che lancia un marker il più vicino possibile al punto x. Nella variante Fly-in, invece, a decidere il bersaglio è il team dei piloti. «Siamo orgogliosi di aver portato a Monza un contest così importante», spiega Enzo Cisaro, istruttore di pallone libero a gas dal 1972 e organizzatore della manifestazione. «Per il Club Aerostatico Italiano è una tradizione che finalmente si ripete, dopo la Coppa Aerostatica Città di Milano e il Trofeo Aerostatico di Lombardia nel Mantovano gli anni scorsi». Chi vuole provare l'emozione di toccare il cielo con un dito potrà salire sui ballon messi a disposizione da Aeronord Aerostati, Milano Mongolfiere, Re/Max e Dopla. Gli areostati, tutti ancorati a terra da corde di sicurezza, permetteranno di ammirare il panorama da un'altezza di ben 30 metri. Sono previsti gruppi di 3-4 persone, sempre accompagnati da un pilota-cicerone pronto a raccontare le basi e gli aneddoti più curiosi di questa straordinaria disciplina. L'accesso è gratuito, senza possibilità di prenotazione. Ovviamente il numero di ascensioni è strettamente legato alla condizioni meteo e i minori salgono solo se accompagnati da un adulto. Tanti anche gli eventi collaterali, a cominciare dalla mostra nelle sale di Villa Mirabello (aperta fino al 25 aprile dalle 10 alle 18) che ricostruisce i momenti clou della storia del volo con oggetti, filmati e installazioni consacrate ai racconti di Jules Verne e alle imprese dei fratelli Montgolfier e dei loro successori. Per l'occasione Poste italiane ha realizzato una cartolina con annullo filatelico speciale.