Le tre stelle di Alleno all'«Epicurea» di Bulgari

Lo chef parigino del Pavillon Ledoyen cucinerà con il resident Di Pinto

Michele Vanossi

La quarta puntata della terza edizione dello stiloso festival del cibo «Epicurea 2016» ideato dal food curator Andrea Petrini, sarà messa in cartellone nelle due serate di domani e mercoledì.

Per questo mese il programma delle richiestissime e attese «cene a quattro mani» aperte a tutti (prenotazioni: fbmilano@bulgarihotels.com tel. 02805805233) che si svolgono nell'elegante cornice del ristorante dell'hotel Bulgari di via Fratelli Gabba, prevede come protagonista il francese Yannick Alleno, nominato chef dell'anno dalla Gault & Millau 2015. Sarà lui, insieme al resident chef del ristorante Bulgari Milano Roberto Di Pinto (e alla sua brigata), a presentare anche a Milano le sue creazioni di alta gastronomia.

Alleno arriva a Milano dal suo Pavillon Ledoyen con vista sugli Champs Elysees di Parigi e sul quale campeggiano tre stelle Michelin. Una celebrazione della sua arte culinaria fatta di precisione estrema, ispirazione, immaginazione, creatività, emozione ma anche per sua stessa definizione «viva e forse un tantino sensuale». La passione per la cucina gli è stata trasmessa dai genitori che gestivano una serie di birrerie, anche se fin dall'età di quindici anni sapeva ciò che avrebbe voluto fare da grande. Alleno ama i prodotti del territorio e al tempo stesso sperimentare; definisce la sua città (Parigi) una sorta di teatro creativo che permette di far sognare tutti a 360 gradi. Per stimolare l'acquolina dei fortunati commensali che vorranno prendere parte a una delle due cene e per appagare la curiosità di tutti gli interessati il menù Epicurea-Allenò recita: millefoglie di sedano e avocado, estratto di cocco con semi di chia; pasta sfoglia con asparago verde gratinato e bottarga zabaione allo champagne e zafferano; anatra al malto, birra di melanzane, champignon e crostatina di fegato, punte di cavolo cappuccio con ginepro e radici di felce. Passando ai dolci, toccherà a una moderna charlotte norvegese alle mele adagiata su foglia di cioccolato cristallizzata al latte con estratto di nocciole. Il piatto che Di Pinto dedicherà e creerà in occasione dell'ospite d'onore di casa Bulgari sarà una speciale pasta «à l'oignon» con estratto di liquirizia.

I prossimi appuntamenti di «Epicurea 2016» prevedono per il 17 e il 18 maggio un omaggio alla Danimarca con uno dei discepoli di Redzepi: Matt Orlando (ristorante Amass Copenaghen, una stella Michelin). Il 14 e il 15 giugno, invece, sarà la volta dell' Australia con Jock Zonfrillo.

Dopo la pausa estiva, in autunno (la data è ancora da definire) la Kermesse giungerà al termine (per il 2016) con la cucina leggera e autentica dell'italianissimo Luca Fantin, l'executive chef del Bulgari Ginza Tower di Tokyo che «Identità Golose» ha incoronato chef dell'anno per il 2015.