Trecento super ospiti per i 40 anni di Trussardi

Grande festa ieri da Trussardi in Piazza Scala per i 40 anni del Levriero. Per celebrare l'anniversario del primo logo utilizzato nella storia di una maison di moda, Tomaso Trussardi, ad del business moda dell'azienda di famiglia ha presentato un corto ambientato a Milano. A metà fra un film e un cartone animato, realizzato dall'illustratrice giapponese Yuko Shimizu e dal mago degli effetti speciali James Lima il corto (da oggi online su trussardi.com) dura due minuti e rivela luoghi simbolo della città come il Duomo, la famosa scultura di Arnoldo Pomodoro e i Navigli. Ieri, mentre Gaia Trussardi (direttore creativo della griffe) presentava il video a Tokio, Tomaso riceveva oltre 300 ospiti internazionali nel quartier generale di Piazza Scala.
«Il logo del levriero ha un significato importante per il Gruppo Trussardi: fu inventato da mio padre Nicola nel 1973, quando decise che da marchio e azienda di guanti, pelletteria e valigeria saremmo diventati un lifestyle brand», ha ricordato ieri sera. «Il levriero rappresenta quindi il legame con mio padre e le sue intuizioni, ma è anche il simbolo di una svolta industriale di cui il gruppo beneficia ancora adesso. Abbiamo scelto di festeggiarlo in uno dei modi più contemporanei e innovativi del momento: uno “short animated movie” dove il nostro levriero sfodera tutto il suo dinamismo per le vie di Milano».
Ai fornelli c'era Luigi Taglienti, chef del Trussardi alla Scala, che ha reinterpretato i capisaldi della nostra cucina: risotto allo zafferano, cotoletta alla milanese e panettone.