In Triennale riflettori sull'innovazione made in ItalyEsposizione

Non c'è più convegno, presentazione o fiera in cui l'idea di innovazione non faccia capolino. E proprio a quelli che l'innovazione la fanno veramente è dedicata «Observer - Innovazione e applicazioni nel sistema produttivo italiano», una mostra in Triennale realizzata in collaborazione con Cotec - Fondazione per l'innovazione tecnologica. Riflettori puntati, dunque, sulle aziende italiane capaci di viaggiare a stretto contatto con il mondo della ricerca: una scelta coraggiosa ma senza dubbio strategica. Chi entra in mostra ne esce con uno spaccato sullo stato dell'arte dell'innovazione in Italia: dodici «periscopi» e due «quinte» fungono da altrettanti punti di osservazione su video e dati riguardanti le imprese che hanno ricevuto il Premio Nazionale per l'Innovazione (Premio dei Premi), e ci sarà anche un giornale realizzato ad hoc. Una trentina le realtà coinvolte, in rappresentanza non solo dei grandi gruppi, ma anche della pmi, nerbo del tessuto imprenditoriale nostrano. Si va da Alenia Aermacchi a Vimar, passando per BTicino, Dainese, Enel, Eni, Mermec, e non ci sono solo i «big». La mostra si articola per comparti: Industria e Servizi, con il Premio Imprese per l'innovazione di Confindustria e il Premio per l'innovazione Adi Design Index; Università (Premio Nazionale per l'innovazione e Premio Start Up dell'anno Pnicube); Pubblica Amministrazione (Premio Qualità PA del Dipartimento della Funzione Pubblica); Terziario (Premio Nazionale per l'Innovazione nei Servizi, di Confcommercio, e Premio Abi per l'Innovazione nei servizi bancari).