TRIENNALEIl saggista O'Doherty racconta i musei di oggi

Alla Triennale di Milano si discute di arte contemporanea e di spazi espositivi in un seminario internazionale dedicato a Brian O'Doherty: l'artista, saggista e scrittore irlandese, di stanza a New York, famoso per le sue riflessioni sui musei e i luoghi in cui si fruisce l'arte, sarà presente in una video intervista con Phong Bui, in una giornata di studio curata da Luca Cerizza ed Eva Fabris (dalle 14 nel salone d'Onore della Triennale). Qual è il luogo migliore dove mettere in mostra le opere d'arte? Brian O'Doherty sottolinea come il «white cube», lo spazio bianco, asettico e pulito, sia l' altare necessario a un'arte contemporanea sempre più votata all'autocelebrazione e al distacco dal mondo. Ai critici italiani il compito di trovare le ripercussioni delle sue teorie negli spazi espositivi, privati e pubblici, allestiti nel nostro Paese. Organizzato da Johan&Levi editore – che ha recentemente pubblicato «Inside the white cube. Ideologia della spazio espositivo», il testo capitale di O'Doherty – in collaborazione con la Triennale e Naba, il seminario è uno degli appuntamenti di questa ricca settimana dell'arte contemporanea a Milano, punteggiata di inaugurazioni importanti.