Trivulzio, 217 nuovi posti letto per gli anziani

Inaugurata la residenza di viale Bezzi, che ospiterà anche pazienti in stato vegetativo

Inaugurare una nuova struttura con oltre 200 posti letto sembra quasi anacronistico di questi tempi. Invece il Pio Alberto Trivulzio, nonostante i priblemi con i bilanci in rosso e gli sforzi per rimediare i danni della malagestione del passato, è riuscito a inaugurare una nuova struttura per gli anziani.

Con 217 posti letto, di cui 90 riservati a pazienti già del Pat che saranno lì trasferiti, è stata inaugurata la nuova Residenza sanitaria sssistenziale (Rsa) di viale Bezzi dedicata a persone anziane non autosufficienti e pazienti in stato vegetativo residenti in Lombardia, una struttura che porta l'offerta del Pat ad un totale di 612 posti letti.

«A febbraio inaugureremo anche la struttura di via Pindaro, con un reparto dedicato anche ad anziani con problemi psichiatrici» spiega la presidente del Pat Laura Irisi Ferro, presente al taglio del nastro assieme al presidente del Golgi Redaelli, Rodolfo Masto e l'assessore comunale alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino.

Composta da due palazzine, iniziata nel novembre 2009, la struttura è collegata alla storica piazzetta Schuster all'interno del Pat da percorsi verdi ed è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici. Entrambe le palazzine di viale Bezzi sono organizzate per nuclei, ciascuno composto da 11 camere di cui 9 doppie e 2 singole con confort di tipo alberghiero e adeguata attrezzatura sanitaria assistenziale.

Commenti

piedilucy

Lun, 14/01/2013 - 19:46

e quanto si paga di retta?