Trovato il ragazzo che ha distribuito droga a scuolaDenunciato dalla polizia, quasi certamente sarà sospeso

In attesa che arrivi un provvedimento della scuola, quasi sicura la sospensione, la polizia ha individuato e denunciato l'adolescente che ha ceduto la marijuana fumata nei bagni del Galilei dai ragazzi poi finiti all'ospedale. Il giovane ha dichiarato di aver comprato il «fumo» per se e di averne ceduta una parte in via amichevole alla sedicenne che l'ha poi assunta insieme agli amici durante l'intervallo.
Inizia dunque così la vicenda dei cinque studenti, quattro femmine e un maschio dai 14 ai 17 anni, dell'istituto tecnico di via Paravia 31, che durante l'intervallo si sono fatti una canna al bagno. Un paio di boccate poi quattro di loro si sono sentiti male, nausea, vertigini, giramenti di testa. Assistiti dal personale del 118, sono stati portati in ospedale in codice verde, visitati e subito dimessi. Tutti tranne una sedicenne che ha confessato di aver portato lei la cannabis a scuola e, dopo qualche tentennamento, ha anche indicato il ragazzo che gliel'ha fornita.
Le volanti sono andati a casa del ragazzo scoprendo che si tratta di un 17enne che abita in zona Scalo Romana con il padre operaio e la madre casalinga. Incensurato, frequenta un altro istituto e ha il vizietto degli spinelli. L'altro giorno ha comprato un po' di fumo «in giro, per la strada, non saprei indicare con precisione da chi» e di averne ceduto qualche pizzico all'amica sedicenne del Galilei. In effetti la polizia ha trovato in casa, e sequestrato, una trentina di grammi di erba. Trattandosi di un incensurato, ed essendo abbastanza credibile la sua versione, la polizia l'ha denunciato a piede libero. A scuola intanto si preparano i consigli d'istituto per le punizioni da infliggere ai ragazzi: quasi sicuri un paio di giorni di sospensione per tutti.