Il turismo digitale riparte dalla Lombardia: un viaggio virtuale tra i segreti dei social

L'assessore Parolini: «In programma ci sono oltre 25 laboratori di studio»

Nell'anno del turismo lombardo, proclamato dalla Regione, Lariofiere «salta il fosso» e approda a Milano, a Palazzo Lombardia, per dettare le nuove strategie di un turismo 3.0. Per promuovere le destinazioni c'è ormai un linguaggio internazionale: TTT - Digital Tourism Think Tank. Gli hashtag e gli «I like» fanno la differenza, ma non sono solo gli elementi vincenti per creare un indotto turistico di livello. Il contatto lo si gioca in 45 minuti, dentro o fuori un'area didattica, solo così nascono idee vincenti e strategie innovative.

«Il web e i nuovi strumenti digitali non solo hanno reso globale la competizione per intercettare il flusso crescente di viaggiatori, ma sono stati al contempo causa ed effetto dell'affermazione di un pubblico di utenti sempre più indipendente, frammentato ed esigente - sottolinea l'assessore alle attività produttive Mauro Parolini -. La Regione ha messo a disposizione spazi e risorse per la nuova edizione di questo evento in un momento di grande dinamismo e cambiamento del settore in Lombardia e potrà costituire un'occasione privilegiata di confronto e formazione».

Sono più di 25 i laboratori di analisi e studio, i cosiddetti Think Tank, promossi con i grandi attori delle strategie aziendali. Si parlerà con Oliviero Toscani, il fotografo di fama internazionale, Matteo Montebelli e Stefano Brambilla, del Touring Club italiano, ma ci si intratterrà anche con Enrico Risi di Google, Maria Grazia Mattei, responsabile progetto «Meet the Media Guru» e Mirko Lalli di Travel Appeal e altri ancora.

TTT Digital Tourism Think Tank è un'idea e un progetto di Lariofiere ed è un nuovo modo di fare promozione. Un format attraverso il quale fornire i veri stakeholder del turismo: gli operatori, la forza lavoro del commercio e turismo e i cittadini. I Think Tanks da 45 minuti servono a stimolare tutti gli operatori a un upgrade qualitativo. Oggi le strutture ricettive non possono più pubblicizzare solamente le loro camere ma devono promuovere la destinazione. Cambia il ruolo delle istituzioni, con Explora e la nuova normativa regionale, la promozione è divenuta qualcosa di attivo per far crescere la destinazione #inLombardia. Il turismo quindi viaggia in rete e lo si fa in classe, ma in modo virtuale perché il business ormai è una strategia in continua evoluzione. Il brand #inLOMBARDIA è un marchio inclusivo, immediato, multifunzionale e ottimale per le strategie web. La digitalizzazione è lo strumento fondamentale per una comunicazione integrata delle attrattività ed eccellenze della regione.