Tutte le previsioni errate su Expo2015

I dati di Banca d'Italia confermano le precedenti analisi di Isvra, l'Expo non è stato un successo per il turismo italiano

Le analisi dell'Istituto per lo Sviluppo Rurale e l’Agriturismo (Isvra) vengono confermate dai recenti dati della Banca d’Italia: le previsioni sul turismo durante Expo2015 erano quasi tutte sbagliate.

Il Commissario Unico di Expo, Giuseppe Sala, aveva previsto l’arrivo di un milione di cinese. Invece ne sono arrivati appena 170 mila, l’83% in meno dello stesso periodo dell’anno precedente. Non solo: si era data idea che i 6-7 milioni di visitatori stranieri previsti ad Expo si aggiungessero alla normale domanda turistica. Ovviamente così non è stato: gli ospiti del Bel Paese, nel periodo maggio-ottobre del 2015, sono aumentati di 2,5 milioni, pari al +5,2% rispetto al 2014. Un risultato migliore degli anni precedenti (sicuramente dovuto anche ad Expo, ma una “briciola” a confronto di quanto previsto) peraltro ridimensionato da un ben più contenuto aumento dei pernottamenti (+2,6%).

Altra bufala arrivata dai grandi istituti di ricerca economica era che il visitatore di Expo avrebbe poi viaggiato in altre parti d’Italia. Falso. Infatti in nove Regioni su venti, i pernottamenti turistici degli stranieri dei primi dieci mesi del 2015 sono addirittura diminuiti. L’effetto positivo di Expo si è sentito significativamente solo in alcune province della Lombardia (Milano, Bergamo, Monza e Brianza, Varese) e a Roma. In poco più della metà delle province italiane (57) i pernottamenti hanno registrato una flessione.

Non si tratta solo di errore nelle previsioni - dichiara Mario Pusceddu, presidente di ISVRA - ma anche, e soprattutto, della cattiva gestione della promozione turistica collegata ad Expo, come hanno dimostrato mediocrità di contenuti e scarsa visibilità sui motori di ricerca dei siti internet istituzionali Wonderfulexpo2015 (di Regione e Unioncamere Lombardia, Camera di Commercio Milano), Verybello (del Ministero Beni Culturali e Turismo), Agriturismoitalia (del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali)”. Il dopo-Expo, conclude ISVRA, dovrebbe essere una grande occasione non solo per celebrare il successo dell’Evento, ma soprattutto per capire errori e criticità, per restituire al turismo verso l’Italia il primato che merita.

Annunci
Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Dom, 17/01/2016 - 12:56

Strano tutto questo; giornali fascisti. Il Commissario unico Sala, prossimo grandissimo sindaco di Milano con almeno il 99,5% di preferenze, non sbaglia MAI; è infallibile per definizione e anche la caffes al piccolo teatro è solo tutta una montature per far parlare quegli allocchi degli avversari. W l'expo W SALA W i milanesi che, in blocco, lo voteranno

MOSTARDELLIS

Dom, 17/01/2016 - 13:36

Continuano a dire che la Expo è stata un successo. Possibile che nessuno si sia accorto della terribile disorganizzazione generale? Ma qualcuno si è mai accorto che dei milioni di visitatori che sono andati all’Expo soltanto una piccola parte è riuscita a visitare i padiglioni? File chilometriche ai parcheggi per prendere gli autobus-navetta, file chilometriche, dalle 4 alle 8 ore, ai vari padiglioni, salvo poi rinunciare perché in un giorno è stato possibile visitare soltanto un padiglione. Grande successo? Fate voi…. E per premio ora Giuseppe Sala chiede di essere eletto Sindaco di Milano. Sala chi?...

marcs

Dom, 17/01/2016 - 13:41

Ultima ora: Sala si candida per il centrodestra e Bertocchi ritratta tutto. AhAhAh (buffoni)

peter46

Dom, 17/01/2016 - 13:54

Dott.Pusceddu....ma come si permette.In quel posto,commissario all'expo,si è 'vantato' personalmente di aver 'portato' il Sala proprio il 'nostro' Berlusconi.Si può mai pensare che uno come lui possa mai aver 'sbagliato' 'cavallo'?Anche il solo pensarlo è una 'bestemmia':ed i dati non possono che essere 'tarocchi'.Al massimo,per farla contenta,ringraziamo lo stesso Sala ad aver scelto 'il campo avverso(?)' e da solo,altrimenti 'lui' lo avrebbe 'appioppato'(e senza primarie)ai milanesi.Come candidato,s'intende....vincente sarà un'altra storia.

macchiapam

Dom, 17/01/2016 - 13:56

Che l'Expo fosse una gigantesca bufala, diretta ad evidenziare nient'altro che robaccia tipo Eataly e simili, era evidente fin dall'inizio. Al turismo, in Italia, occorre ben altro: ottimi sistemi di viaggio (che mancano), buonissimi alloggi e ristoranti (troppo spesso sostituiti dalla pensioncina o trattoria della mamma), servizi non rapinosi. Anni fa s'era parlato dell'Italia come di una Disneyland del turismo: bene, è proprio questo che si deve fare, soprattutto nel Meridione.

peter46

Dom, 17/01/2016 - 14:23

macchiapam...è tutto giusto il tuo commento,soprattutto il bisogno di cercare la 'valorizzazione' del sud che il cdx,malgrado il 61 a 0(zero)che ha permesso alla lega ladrona di arrivare al governo della Nazione insieme,certamente a tutto il cdx,Alfano compreso,ancora...aspetta.Però...fuori dal 'problema Mezzogiorno',vorrei ricordare che in questo anno passato il TURISMO in Italia è AUMENTATO con doppi decimali e il COLOSSEO rimane il posto più visitato del mondo 'libero',solo secondo alla muraglia cinese che,per 'svagare' i suoi abitanti e 'taroccare' i dati,il partito comunista 'organizza' la visita dei miliardi di cinesi.Certamente che non c'è da accontentarsi,ma non...piangiamoci addosso.

Aegnor

Dom, 17/01/2016 - 14:38

Il turismo italiano è destinato ad anni di vacche sempre più magre,questo,grazie al governo dei PiDioti e buonisti che sta riempiendo l'Italia di mandrie di feccia umana che insozza,rapina e violenta.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 17/01/2016 - 15:55

Fra 50 anni,i "turisti",verranno a visitare l'italia per vedere i pochi "Italiani" DOC sopravvissuti all'estinzione auto-gestita,che con regolare mandolino,mascherina da Pulcinella,prepareranno ai "turisti",in qualche "riserva" loro assegnata,l'immancabile PIZZA!!!

Paolino Pierino

Dom, 17/01/2016 - 16:03

Ma quale turismo siamo già stipati dalla feccia del terzo mondo che andiamo a prelevare per fare guadagnare miliardi alla mafia romana alle COOP alla chiesa di Francesco questa è la gente che fa turismo a nostre spese loro si che riempiono alberghi alberghetti pensioncine sono queste le risorse del segaiolo fiorentino e della tr...a che preside la camera non quella da letto ma quella abusiva della vergogna nazionale italiana