Tutti contro l'immobilismo a 5 Stelle

Tav, Pedemontana, Terzo valico: azzurri mobilitati. E Sala spinge

Forza Italia si mobilita per le infrastrutture e contro l'immobilismo ideologico dei 5 Stelle. Per la Tav e per Pedemontana. Forza Italia non è sola. La Lega lombarda è decisamente pro infrastrutture. E il Consiglio comunale di Milano nei prossimi giorni potrebbe votare un documento per Alta velocità e terzo valico.

Con la coordinatrice Mariastella Gelmini, per annunciare le iniziative in programma, al Pirellone c'era tutto lo stato maggiore del movimento azzurro in Lombardia. Il vice coordinatore regionale Pietro Tatarella ha annunciato che sarà in piazza anche a Torino: «Per la crescita, per lo sviluppo per la Tav, per le Olimpiadi, per il Tap, perfino per la prescrizione - ha detto - Non arrendiamoci alla società del rancore e della decrescita felice». L'altro vice coordinatore Matteo Perego di Cremnago ha annunciato «incontri mirati nelle province con le categorie di settore per contrastare questa manovra scellerata» e «petizioni online pro Tav e pro infrastrutture». Il capogruppo Gianluca Comazzi ha avvertito che «Pedemontana e terzo valico sono opere necessarie per la Lombardia». Partecipazione convinta del coordinatore provinciale Graziano Musella. E il coordinatore comunale Fabio Altitonante dichiara: «Le infrastrutture vanno costruite, non fermate. In Lombardia abbiamo sempre puntato su questo tema, per migliorare gli spostamenti di merci e persone. Brebemi, Teem, Pedemontana ne sono l'esempio». Gli azzurri, in Comune, hanno presentato un ordine del giorno, a prima firma Gelmini, per impegnare l'Amministrazione a presentare «in tutte le sedi» la volontà di Milano di «dare attuazione» a terzo valico e Tav, opera che - si legge - «ha un significato strategico anche per la realtà urbana ed economica di Milano».

L'ordine del giorno, magari con qualche modifica, potrebbe essere votato da buona parte del Consiglio, grillini esclusi. Il sindaco sembra favorevole a una posizione simile: «La Tav non è interesse solo del Piemonte, ma dell'interno nord Italia e così il terzo valico» ha detto ieri Beppe Sala. Ma anche nella Lega monta una certa insofferenza per l'immobilismo. E gli eletti ne tengono conto. Il consigliere comunale e regionale Max Bastoni è chiaro: «La mia opinione - dice - è che siano infrastrutture assolutamente da fare. Tav e anche Pedemontana. Per il bene della parte del Paese che noi rappresentiamo come consiglieri regionali, ma anche per il bene dell'intero Paese». Bastoni invita anche il Movimento 5 stelle a «lavorare per lo sviluppo delle infrastrutture».

AlGia