Ultimo saluto al maestro Abbado Pisapia: «Oggi lutto cittadino»

Bandiere a mezz'asta sugli edifici comunali. Le note della Sesta sinfonia di Mahler nell'aula del Consiglio, l'opera che il Maestro diresse il 30 ottobre 2012 al suo ritorno alla Scala. Sepoltura nel Famedio del cimitero Maggiore. La dedica di un parco, perché il Maestro avrebbe voluto un popolo di piante in piazza Duomo, l'orchestra della natura, il legno che risuona al soffio del vento.
Sono i segni di lutto, anzi di inchino a una vita dedicata al tempo scandito dalle note, i segni che Milano offre al maestro Claudio Abbado, morto l'altro giorno a Bologna.
Il gonfalone di Milano è già presente nella camera ardente, dove riposa un uomo che è stato lo strumento musicale di un'epoca. I famigliari di Abbado hanno apprezzato le decisioni del sindaco Giuliano Pisapia.