UN'AREA SEMI-PEDONALE SEMPRE PIÙ VASTA In centro la grande isola per «privilegiati»

Nasce una nuova isola ambientale - una «Zona a traffico pedonale privilegiato» - tra corso Como e Porta Garibaldi, che interessa viale Pasubio, via Maroncelli, via Quadrio, il cavalcavia Bussa, via Tazzoli, via Speri, via Bonnet, via di Tocqueville, via Massimo D'Azeglio, via de Cristoforis, via Rosales, viale Monte Grappa (tra piazza XXV Aprile e via Melchiorre Gioia). L'area diventerà una «zona 30»: vie che daranno precedenza generalizzata ai pedoni. Nei sogni di Palazzo Marino, in futuro andrà da Porta Garibaldi a piazza Scala, a Duomo-San Babila, e poi ancora si dovrebbe estendere a via Torino, alle Colonne di San Lorenzo e poi alla futura isola pedonale di piazza XXIV Maggio. È la filosofia di Area C, insomma: tutto il centro si trasformerà in una grande isola semi-pedonale, accessibile solo a pochi fortunati.