Milano, Pisapia costretto a far marcia indietro: "Escludo le nozze gay"

Oggi il voto sul registro delle unioni civili. I cattolici: "Non siamo premessa a nozze gay". Pisapia: "Servirebbe legge costituzionale"

Le unioni civili rischiano di spaccare seriamente il Pd. E non solo a livello nazionale. A Milano, dove dopo l'elezione Giuliano Pisapia è stato salutato come l'eroe capace di riunire i voti della sinistra e riportarla al potere dopo anni di giunta di centrodestra, il registro delle coppie di fatto sta mettendo a dura prova il partito.

Una battaglia che il sindaco sta portando avanti da oltre un anno e che ha sempre fatto storcere il naso ai cattolici. Oggi dovrebbe arrivare il voto definitivo della giunta all'istituzione del registro, ma si è rischiata una frattura interna alla maggioranza. Ipotesi alla fine scongiurata grazie a un accordo che porterà all'astensione per i quattro componenti cattolici. In cambio Pisapia ha dovuto assicurare che il registro non è una premessa all'apertura alle nozze gay, appigliandosi alla legge statale che disciplina la famiglia anagrafica. "Escludo la possibilità che si apra la strada ai matrimoni gay, perchè il nostro è un provvedimento di carattere amministrativo", ha assicurato il sindaco, "Siamo tranquilli e auspico il voto entro stasera per avere matrimoni gay servirebbe legge del Parlamento, probabilmente anche di ordine costituzionale".

Commenti
Ritratto di avvocato strumillo

avvocato strumillo

Gio, 26/07/2012 - 17:56

Pisapia deve fare una cosa semplice semplice. Porta tutto in consiglio, o il pd l'approva, come previsto nel programma, oppure fa cadere la giunta. Poi alle prossime elezioni vediamo con quale faccia il pd si ripresenta agli elettori. Magari con quella di penati?

Valerio64

Gio, 26/07/2012 - 17:59

Che schifo.Fine anticipata dell'umanità. Come una ditta che và male e fa prepensionamenti...

MMARTILA

Gio, 26/07/2012 - 18:11

CDM...a voi la traduzione.

The_Dark_Inside

Gio, 26/07/2012 - 19:03

Si può cresere a Pisapia? Oggi dice così per procurare l'astensione dei cattolici, stasera il registro passa e domani dirà che è solo il primo passo verso il matrimonio gay. Scommettiamo?

blackbird

Gio, 26/07/2012 - 19:38

Tutto già visto con i governi Prodi I e II. Il programma è una cosa, poi per attuarlo si deve "forzare" un po' da una parte, un po' dall'altra. Fintanto che non si va a fondo dei problemi tutto regge, poi crolla il palco. E' la storia delle alleanza tra sinistra e mondo cattolico.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 26/07/2012 - 20:54

Che strazio questi cattolici. In tutta Europa sono ormai previste le unioni tra persone dello stesso sesso ed in molti paesi anche i matrimoni tra persone dello stesso sesso senza che l'umanità ne abbia risentito. E' mai possibile che solo in Italia i cattolici debbano condizionare la vita al prossimo in questo modo ? L'Italia è uno dei paesi più corrotti al mondo, se i cattolici devono proprio vivere la loro religione pubblicamente allora cominciassero a mettere in pratica il comandamento di non rubare.

nevenko

Gio, 26/07/2012 - 20:56

Nozze gay?Ridicole.Unione di fatto:accettabile.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 26/07/2012 - 20:52

Anche Pisapia non conosce il vero amore. Sti cavolo di comunisti che pur di tenersi Casini e vincere le elezioni snaturano il loro essere pacifista, culturalmente ineccepibile e superiore a qualsiasi altra concezione politica, ogni tanto abbassano il loro livello sotto zero al pari della destra. Vabbè, un Casini ci fa comodo pur di distruggere definitivamente e numericamente il vero male della nazione composto dai cicchitto, berlusconi, gasparri, minetti, scajola, vitali, fitto

arkangel72

Gio, 26/07/2012 - 21:19

bandiera di stracci!! Quel che dice al mattino smentisce la sera e viceversa.

marcomanno

Ven, 27/07/2012 - 06:37

Doveva lasciare che i cattolici votassero contro. Non si puo' sempre scendere a compromessi ed essere d'accordo su tutto.

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 27/07/2012 - 08:36

Ma non si sono detti contrari anche i consiglieri del PdL e della Lega???

Albert1

Ven, 27/07/2012 - 08:45

Il vero male della nazione è proprio quelli alla Casini grazie ai quali, ed alla DC, molti anni prima che Berlusconi & Co. iniziassero a combinare qualcosa, decenni prima, si facevano inciuci e compromessi con il Pci creando l'italico dissesto e l'immensa burocrazia. Come al solito luigipiso NON ne azzecca una e da Karo Kompagno crede che basti scrivere i nomi dei "nemici" con le iniziali minuscole per farli scomparire. Tranquillo, te ne vai prima tu. Ed in quanto a storia ... sei messo veramente male, di una ignoranza spaventosa. Alla casa del popolo saranno contenti del soldatino gigiluigi/pisolopiso. Eh eh eh ... la Minetti il male della nazione ... che c@g@te che scarabocchi...

Ritratto di kywest

kywest

Ven, 27/07/2012 - 09:02

A quando un governo veramente laico in questo Paese, che rispetti i convincimenti di tutti ma che non si faccia condizionare da alcuno?