Università San Raffaele, ai vertici Mazzotta e l'uomo di RotelliLa nuova era

Il braccio di ferro è durato sei mesi. Ora sembra raggiunta una prima intesa per il cda dell'Università Vita-Salute san Raffaele. La presidenza è affidata a Roberto Mazzotta, la vice presidenza a Gabriele Pelissero, fedelissimo di Giuseppe Rotelli, fondatore del gruppo San Donato e imprenditore che ha rilevato l'ospedale San Raffaele nel 2012, quando rischiava il fallimento. Nel cda professionisti che da tempo lavorano nell'università, ma la vice presidenza è in mano a Pelissero, vice presidente e direttore scientifico del Gruppo san Donato, vice presidente dell'ospedale san Raffaele e presidente nazionale dell'associazione italiana ospedalità privata (Aiop). Tra i fedelissimi di don Luigi Verzè: Raffaella Voltolini, direttore generale dell'ateneo ed ex presidente del cda universitario; Gianna Zoppei, anche lei sigilla, sovrintendente sanitario dell'Istituto san Raffaele e docente dell'ateneo; e Alessandro del Maschio, primario di radiologia e docente all'Unversità Vita-Salute, di cui è stato anche prorettore. Oggi del Maschio diventa di fatto rettore dell'ateneo.
Tra gli altri membri anche Massimo Cacciari, ex sindaco di Venezia, e Carlo Cerami, avvocato e presidente di Polaris Investment Sgr: quest'ultima ha tra le altre cose in gestione il Fondo Immobiliare Lombardia, che vede tra i suoi investitori la Regione Lombardia.