Vallanzasca ai giudici: «Ridatemi il mio percorso»Il processo

«Sono molto stanco. Ridatemi il mio percorso». Così Renato Vallanzasca, protagonista della «mala» milanese condannato a 4 ergastoli e a 296 anni di carcere, si è rivolto ieri ai giudici della Sorveglianza che, dopo il suo arresto per una rapina impropria in un supermercato, devono decidere se revocare o meno la semilibertà concessa nel 2013. Da quanto si è saputo, Vallanzasca ha spiegato che da alcuni mesi sta mettendo da parte dei soldi in un fondo per risarcire i familiari delle vittime. Vallanzasca è stato arrestato lo scorso 13 giugno con l'accusa di aver rubato due paia di mutande e altri oggetti di poco valore in un supermercato di viale Umbria, a Milano.