Vendeva auto: diventa sacerdote a cinquant'anni

Monaco benedettino, è uno dei 12 nuovi preti. E c'è anche un 40enne «chiamato» da Martini

C'è un monaco benedettino olivetano tra i nuovi sacerdoti ordinati in Duomo dal cardinale Angelo Scola. Ma a colpire ancor di più è l'età della scelta: don Ilario Colucci diventa sacerdote a cinquant'anni anche se sognava la vita monastica da quando era un diciottenne. La vita corre via diversamente perché don Ilario non voleva dare un dispiacere ai genitori. È stato solo alla loro morte che è diventato monaco della congregazione benedettina di Santa Maria di Monte Oliveto e ora sacerdote dopo venticinque anni trascorsi a lavorare. Ragioniere, ha iniziato vendendo auto in una concessionaria.

È uno dei dodici uomini che hanno compiuto una scelta «per sempre», come un «matrimonio indissolubile», ha detto loro l'arcivescovo. Dodici storie. Se nove sono sacerdoti diocesani, preti di oratorio o di parrocchia, tre arrivano da ordini religiosi: accanto a don Ilario, l'indiano Antony Amal Chinnapan del Pime e Davide Martelli dei Cistercensi.

Diversi i profili e le vicende dei nuovi sacerdoti. Se il più giovane ha 25 anni, alcuni più «maturi» ne hanno 40. È il caso di Emanuele Beretta, 40 anni, nato e cresciuto a Bruzzano, nella parrocchia della Beata Vergine Assunta. Diploma in ragioneria, tanti anni di lavoro e sette anni fa la scelta di entrare in seminario, su spinta spirituale di Carlo Maria Martini. «Fondamentale racconta don Emanuele fu un versetto della Bibbia indicatomi dal cardinale Martini: Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».

Il venticinquenne Marco Ferrari, proveniente da Ferno, racconta: «Sono il più giovane della classe. Ho fatto il chierichetto, l'animatore e il catechista». È della parrocchia di San Giuseppe a Cinisello Balsamo Davide Brambilla, 28 anni, appassionato di cinema, che ha scelto la via del sacerdozio dopo una laurea in Scienze dei Beni Culturali. Sarà destinato alla parrocchia milanese di Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa. Michele Galli, 33 anni, scientifico a Erba, ha lavorato per quasi otto anni come impiegato amministrativo. E ancora Beniamino Casiraghi, 26 anni, di Albiate, provincia di Monza e Brianza, in seminario dopo gli studi alberghieri. Marco Cesana, 34 anni, di Galbiate, è entrato in seminario dopo la laurea in Scienze economiche aziendali. E ancora Alessio Marcari, 26 anni, di Mozzate, Alberto Tedesco, 40 anni, da San Giulio a Castellanza, Andrea Nocera, 30 anni, di Gazzada, laureato in Storia alla Statale. Un ordito di vite variopinte.

Commenti

manfredog

Lun, 12/06/2017 - 13:12

..adesso si auto-assolverà per tutti i bidoni che ha venduto..!? mg.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 17/06/2017 - 00:02

L'importante è che la fiamma del lume della ragione sia alimentata dalla fede genuina ... mistero imperscrutabile da chi non vede il nesso.