Verso il 2015: più controlli su ditte e appaltiIl protocollo sulla legalità

Più poteri al prefetto, innalzamento della soglia per i controlli degli appalti da 50mila euro a 100mila (ma sempre al di sotto dei 150mila della normative antimafia) e una lettera inviata a tutti i Paesi partecipanti dall'ad Expo Giuseppe Sala per l'adesione al protocollo di legalità firmato ieri in prefettura con il ministro Alfano, il prefetto Tronca, il governatore Maroni, il sindaco Pisapia e il presidente Podestà. Tutti d'accordo sulla necessità di «velocizzare le procedure, ma senza abbassare di un solo millimetro l'asticella della legalità». Con Tronca che comunica i dati della task force insediata in prefettura e che sarà ora rinforzata: 2.154 i fascicoli legati a Expo trattati e 255 quelli oggi ancora in esame. Per ora le aziende interdette per mafia sono33, con altri 7 veti di iscrizione nella White list delle aziende pulite e una cancellazione.