Vie d'acqua per l'Expo Lunedì vertice in Regione

Prima tappa in Spagna. A Barcellona il 16 e 17 gennaio dove il governatore Roberto Maroni incontrerà Artur Mas il presidente della Catalogna, regione che occupa un posto di gran rispetto nel pantheon leghista. Partirà così il World Expo tour, un giro del mondo per promuovere l'esposizione universale in tutto il mondo. Contemporaneamente eventi in tutte le province lombarde per presentare temi e appuntamenti di un viaggio tra sviluppo e alimentazione sostenibile nei padiglioni di Rho-Pero sarà lungo sei mesi. Sono queste le anticipazioni di un programma che oggi sarà discusso durante una giunta che dovrà approvare il calendario delle iniziative messe in campo dalla Regione per promuovere l'Expo.
E lunedì sempre in Regione l'assessore all'Ambiente Claudia Terzi ha convocato un incontro «per parlare del progetto sulle vie d'acqua». Tema diventato spinoso e che insieme alla Regione ora dovranno affrontare il Comune, la Provincia e la società Expo. Un appuntamento, assicura Terzi, «testimonianza della capacità della Regione di saper cogliere e recepire le sollecitazioni e le istanze del territorio». Perché «le risposte ai reali bisogni di una comunità non possano essere calate dall'alto». Per il segretario cittadino della lega Igor Iezzi «Pisapia la smetta di prendere in giro i cittadini e con umiltà li ascolti: il progetto delle vie d'acqua sta mostrando tutte le sue criticità». Mentre l'Università Bicocca, proprio in vista di Expo, organizza anche un corso di antropologia dell'alimentazione.