Vigile sparò e ucciseun cileno in fugaRinviato a giudizio

L'agente Alessandro Amigoni lo scorso 13 febbraio sparò durante un inseguimento e uccise un cileno di 28 anni: dovrà affrontare un processo con l’accusa di omicidio volontario

Processo con rito immediato per Alessandro Amigoni, il vigile urbano che lo scorso 13 febbraio sparò durante un inseguimento e uccise un cileno di 28 anni. Il gip di Milano Maria Vicidomini l'ha rinviato a giudizio con l'accusa di omicidio volontario, accogliendo l'istanza del pm Roberto Pellicano. Il processo inizierà il 9 ottobre davanti alla Corte d'Assise di Milano. Amigoni però, attraverso il suo legale, potrebbe scegliere di essere giudicato con rito abbreviato, che in caso di condanna prevede lo sconto di un terzo della pena.

La dinamica

Secondo i suoi avvocati Amigoni avrebbe sparato da una distanza di 15-20 metri colpendo per sbaglio il giovane che stava fuggendo. La perizia disposta dall'accusa è arrivata a un'altra conclusione: il vigile avrebbe aperto il fuoco ad una distanza compresa tra i 50 e gli 80 centimetri. La pallottola ha colpito il cileno alla schiena trapassando il cuore e uscendo dal torace.

Commenti
Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 05/06/2012 - 14:37

lo dico da "amico" de IlGiornale: un UOMO in fuga, non un cileno. per favore....

Random64

Mar, 05/06/2012 - 14:45

#1 magicmirror ha ragione ma si deve anche specificare per cronaca..se era uno straniero, e se sì di che nazionalità e se clandestino..

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 15:06

Se gli ha sparato da 50 cm è omicidio, se nell'inseguirlo è partito un colpo quando era ormai arrivato all'uomo qualcosina può cambiare, se il cileno era un clandestino rimanendo nel suo paese sarebbe ancora vivo.

Tron_87

Mar, 05/06/2012 - 15:12

Sono d'accordo con Random64, va precisato se straniero e/o clandestino, per dovere di cronaca. Non importa che per una grossa fetta della popolazione questo avvenimento possa essere meno grave dell'aver sparato a un italiano, per il semplice fatto che non è così. Le forze dell'ordine non hanno la licenza di uccidere, e sicuramente avere una pistola d'ordinanza non glielo consente, nemmeno a 15 metri di distanza.

CALISESI MAURO

Mar, 05/06/2012 - 15:23

magic mirror, chi ha la coscienza a posto non scappa ho almeno si ferma, la capisce la differenza? Sono vent'anni che lavoro all'estero e mi guardo bene di fare qualunque cavolata ....perche' all'estero non scherzano sopprattutto se sei straniero e sei un ******* italico. e il cileno come aveva i documenti e cosa faceva qui? Il motivo e' semplice, perche' dove sono adesso se non ho di cui lavorare mi mandano a calci nel sedere a casa capito?.... e firmatevi ogni tanto capperi:))

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Mar, 05/06/2012 - 15:30

bisogna specificare anche se era in fuga da un incendio, oppure dalla legge perche' era un delinquente...

BlackMen

Mar, 05/06/2012 - 16:02

Strano...a giudicare dalla foto in home chi lo direbbe che si tratta di un individuo dal grilletto facile :-)

mariolino50

Mar, 05/06/2012 - 15:57

Già le normali forze dell'ordine sono poco addestrate all'uso delle armi, figuriamoci i vigili urbani, o polizia municipale come vengono pomposamente chiamati ora, dovrebbero usare solo la paletta ed occuparsi del traffico, a quello sono stati preparati e per polizia amministrativa, ovvero far pagare gli ambulanti nei mercati, le pistole sono pericolose in mano agli incompetenti, per anni e anni ho frequentato il poligono e ne ho viste delle belle.

pieropomiga

Mar, 05/06/2012 - 16:06

i poliziotti non possono iin nessun caso sparare nella schiena, non importa se sono stranieri, clandestini o gli è stato intimato l'alt. Neppure se avesse avuto un'arma, poteva sparargli, quindi c'è poco da discutere. E questo vale in tutti i paesi, non solo qui

doctorwho

Mar, 05/06/2012 - 16:37

Agli amici de "Il Giornale" perchè al titolo dell'articolo non sostituite il termine "Cileno" con quello, decisamente più moderno, di "Uomo"?????

alessandro20579

Mar, 05/06/2012 - 16:37

vengono in italia, fanno come vogliono: non ruispettano le regole, delinquono, rubano, uccidono. Poi qualcuno sbaglia e li facciamo anche martiri.

Ritratto di calbert65

calbert65

Mar, 05/06/2012 - 16:51

non mi sognerei mai all'estero di scappare ad un alt delle forse dell'ordine, e vivo in Asia da 10 anni.... forse è per questo che in Italia i delinquenti delinquono senza problema.. se tentano di fermarli possono sempre scappare, tanto chi gli spara?? Provate a farlo in un altro Paese...

vferrari

Mar, 05/06/2012 - 16:44

Polizia e Carabinieri sono addestrati a sparare il meno possibile. Che il carabiniere che a Genova ha ucciso Giuliani abbia sbagliato me lo ha detto un maresciallo di Polizia: "avrebbe dovuto sparargli alle gambe". I vigili urbani non sono addestrati per nulla. A Roma, molti anni fa, i vigili vennero armati; dopo qualche settimana fu uccisa una ragazza che guidava una 500 FIAT in un'isola pedonale e non si era fermata all'alt; gli tolsero precipitosamente le armi.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 05/06/2012 - 16:46

L'importante è che abbia fermato un UOMO che stava scappando, ad un ALT.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 05/06/2012 - 17:04

Io sono un sostenitore delle forze dell'ordine, e sono convinto che in uno scontro a fuoco occorra sparare PRIMA del criminale se questo ha un'arma in pugno e puntata contro l'agente, ma non ha senso invece sparare e uccidere un uomo che fugge. In questo caso, trovo inevitabile l'imputazione ricevuta.

corto lirazza

Mar, 05/06/2012 - 17:05

Negli USA, se ti fermano alla guida di un auto, devi fermarti, mani in vista e guai a scendere. Chi vorrebbe provare a fare diversamente?

antonio11964

Mar, 05/06/2012 - 17:07

ma dove vive questo vigile ??? non lo sa che siamo in Italia ??? non lo sa che da noi bisogna aspettare che un delinquente ( preferibilmente extracomunitario irregolare ) ti spari in faccia per poter rispondere ?? la procedura e' quasta : il delinquenta ti spara, magari ti ammazza POI puoi rispondere senno0' sei TU il delinquente !!!!!!!!!!!

lucioc

Mar, 05/06/2012 - 17:12

agli asini (tanti) che parlano di straniero in fuga, magari clandestino, deliquente potenziale (perchè no che puzza!), chiedo se abbiano mai sfogliato un codice penale italiano, detto codice Rocco dal nome del guardasigilli fascista dell'epoca (1930). Onde evitare di passare per grulli patentati è consigliata loro una seppur rapida lettura del suddetto testo: chissà che non si scoprano ignoranti!

tzilighelta

Mar, 05/06/2012 - 17:43

Che schifo leggere certi commenti a favore di un'altro Spaccarotella, non avete le palle di mettervi contro un poliziotto cogl....one! La divisa di per se non garantisce di avere sempre e comunque ragione! Forte con i deboli e pecora con i forti! Quel poliziotto è una ****a che infanga la divisa di tanti onesti poliziotti che non sparano alle spalle della gente come a un pupazzo alle giostre! Capito minchioni senza palle!

niklaus

Mar, 05/06/2012 - 17:57

In tutti i paesi del mondo, anche i piu' civili, chi non si ferma all'ALT delle forze dell'ordine rischia di beccarsi una pallottola nelle gambe. Il problema sta nell'istruire gli agenti a mirare giusto, cosa che non avviene per certi corpi di vigilanza. Nel nostro caso non si tratta certo di omicidio volontario, ma di omicidio colposo dovuto a condotta irresponsabile.

BlackMen

Mar, 05/06/2012 - 18:11

#16 corto lirazza: negli USA, a differenza dell'italia, chiunque può essere armato...che dice sarà per questo?

BlackMen

Mar, 05/06/2012 - 18:10

#20 niklaus: quando ha finito di leggere il Codice Penale che ha trovato nell'uovo di pasqua per curiosità si guardi anche quello vero. Omicidio colposo??? ahahahhahaha

alessandro20579

Mar, 05/06/2012 - 18:10

X tzilighelta: Noi siamo quelli che rispettano le regole e che ne abbiamo le palle piene di rompi balle extracomunitari e di quelli come te che li difendono. fai pure il leone dietro la tastiera, che è l'unico posto dove puoi farlo, che l'unico minchione abbiamo capito benissimo chi è.

niklaus

Mar, 05/06/2012 - 18:26

#16 corto lirazza: Ti racconto quanto e' successo qualche anno fa a mia miglie nell'Illinois. Tallonata da un'auto della polizia per eccesso di velocita' lei accosta e si ferma. Idem dietro quella della polizia. Passano i minuti e non succede niente. Mia moglie fa l'errore di scendere per chiedere cosa vogliano. In un paio di secondi due officers saltano fuori pistola in pugno e mia moglie si trova stesa per terra con le mani legate dietro la schiena. Siccome in USA non si portano con se' documenti e mia moglie ha la lingua lunga, si e' passata mezza giornata in cella fino a quando sono andato a prenderla con un avvocato. A buon intenditor poche parole.

Raoul Pontalti

Mar, 05/06/2012 - 18:46

Lo Stato ha il monopolio della violenza legale per difendere il territorio, la popolazione, l'ordine pubblico etc.: per questo arma talune categorie di dipendenti pubblici (dai forestali ai carabinieri, dai soldati ai poliziotti,etc.). L'uso delle armi è sottoposto a particolari norme che devono essere rigorosamente rispettate. A monte vengono definiti particolari requisiti psichici e fisici ma anche morali per coloro i quali in nome e per conto dello Stato fanno uso delle armi nonché le modalità di addestramento. Nel caso in questione non risultano evidentemente essere stati rispettati certi requisiti (solo uno scemo può comportarisi in quel modo e affermare di non aver sparato in aria per paura della ricaduta del proiettile) e di conseguenze si sono violate delle norme. Ora si piangono la morte di un uomo e la vita rovinata di una persona che tutto avrebbe potuto fare meno che usare un arma. Colpa anche di chi quell'arma ha voluto mettere nelle mani di un soggetto inidoneo.

VersusYou

Mar, 05/06/2012 - 18:52

Purtroppo l'Italia è piena zeppa di poliziotti incapaci a fronte di altri che invece svolgono ottimamente e con professionalità il proprio lavoro.

tzilighelta

Mar, 05/06/2012 - 19:07

#23 alessandro20579 leone e minchione dietro la tastiera ci sarai tu e tutti gli altri ignorantoni che la pensano come te, e poi la barzelletta che voi siete quelli che rispettano le regole, ma non farmi ridere buffone, se sparare alla schiena da un metro di distanza un Cileno che corre significa rispettare le regole confermi che sei un idiota calzato e vestito! tanto è vero che le regole le ha infrante il poliziotto vigliacco che se ne va dritto in galera, fosse per me ci avrei spedito senza se e senza ma anche i psicopatici come te!

caron.bz

Mar, 05/06/2012 - 19:29

omicidio volontario, e poche storie, con buona pace di razzisti e fascisti come alessandro20579, gzorzi, cinghiale ed altri animali della giungla. a #20 niklaus: visto che li conosci tutti, sai dirmi cosa dice il codice civile della norvegia nella legge 2334 comma b? grazie

nemo72

Mar, 05/06/2012 - 19:46

ha fatto bene..mi spiace che i giudici proteggidelinquentiextracomunitari vorranno il suo scalpo..

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 05/06/2012 - 20:09

#19 tzilighelta , mi auguro che uno di queste persone che scappano all'ALT, ti venga contro a velocità folle, poi ne parliamo se era meglio fermarlo prima.

FRANCK56

Mer, 06/06/2012 - 00:11

#23alessandro20579,forse dovevi nascere in un altra epoca,tutto questo odio che porti dentro dimostra che non sei un duro ma un povero pauroso ed insicuro,di questi tempi un tutore dell'ordine che commette un omicidio va giudicato come un comune cittadino e il fatto che la vittima sia italiano o straniero non cambia la sostanza,ti saluto.

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 06/06/2012 - 09:06

ci manca solo che intitolano una via al cileno ammazzato. questo e' un paese allo sfascio.

Cinghiale

Mer, 06/06/2012 - 10:11

Rientra tutto nella mentalità buonista e idiota che ha trovato terreno fertile nel nostro paese. Se non fosse morto un cileno magari non si saprebbe neanche.

pinolino

Mer, 06/06/2012 - 10:20

Molto semplicemente la legge italiana non autorizza le forze dell'ordine a fermare un uomo disarmato in fuga sparandogli. Se la cosa non sta più bene che si cambi la legge prendendo ad esempio altri paesi dove queste azioni sono ammesse e previste nelle regole di ingaggio dei poliziotti. Attenzione però, domani al posto del cileno potrebbe esserci vostro figlio che scappa dopo essere stato sorpreso a fumarsi uno spinello con gli amici.

alessandro20579

Mer, 06/06/2012 - 10:22

X FRANCK56: io non sono un duro (sulla sensazione di insicurezza forse hai ragione) e non odio nessuno. Sono solo alquanto stufo: di criminali italiani ne avevano già abbastanza senza quelli di importazione. e poi sono soprattutto stufo dei perbenisti benpensanti come te, e il tuo degno compagno Tzilighetta. D'altra parte, Tu, a 65 anni, oramai, la tua vita te la sei fatta, puoi stare solo a dare lezioni di morale. Io, a 33, cerco ancora di cambiare questo paese.