Vigili di quartiere in via Gola, Baggio e all'Ortica

Il Consiglio approva una mappa bipartisan dei luoghi dove inviare una parte dei 300 ghisa

Alla fine del dibattito durato poco più di un'ora, i punti evidenziati sulla mappa della città sono arrivati quasi a venti. Tutti i partiti hanno voluto dare un «contributo» alla mozione presentata ieri in Consiglio comunale da Forza Italia (primi firmatari il capogruppo Gianluca Comazzi, Pietro Tatarella, Fabrizio De Pasquale, Silvia Sardone, Mariastella Gelmini e Alessandro De Chirico) e sottoscritta già nella prima versione del testo dalla Pd Diana De Marchi sulla distribuzione dei vigili di quartiere. Un elenco di vie da cui l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza dovrà partire (sentiti i Municipi) quando deciderà dove utilizzare i 300 vigili dedicati sul territorio. La mozione è forte di 37 voti bipartisan. Il testo parte dalla premessa che «è sempre più necessario garantire la sicurezza nei quartieri meno centrali della città» e i ghisa di quartiere «costituiscono un presidio e un punto di riferimento importante per i milanesi».

Forza Italia ha indicato nella mozione il quartiere tra piazzale Nizza e piazza Caserta, Santa Giulia-Cassinari, Baggio-Forze Armate, Adriano-via Padova, Giambellino-Tolstoj, quartiere San Siro, Barona-Teramo. A questi si sono aggiunti, su richiesta della maggioranza, via Quarti-Scanini, Salomone, i quartieri San Leonardo-Varesina-Espinasse-Certosa, Ortica-Cima-Pitteri, via Rizzoli-Crescenzago-Cimiano-Cazzaniga-Narni, Rubattino-Rombon,Bottini-Porpora, via Gola, via Odazio, via Segneri, piazza Tirana, via Balestra. La Lega ha chiesto pattuglie al Gratosoglio, Gallaratese e in via Bolla e la capogruppo del Movimento 5 Stelle Patrizia Bedori in via Rimembranze di Lambrate. A non voler «aggiungere altro a questo elenco infinito di vie» il gruppo di Sinistra X Milano, come ha detto Paolo Limonta: «Ricordiamo che le decisioni saranno prese con i Municipi, e che non stiamo parlando di marines ma di vigili che devono restare punto di riferimento dei cittadini, a sostegno della tranquillità e della loro voglia di vivere bene».

Commenti

pensaepoiagisci

Mar, 24/01/2017 - 20:03

VEDIAMO DAI