Alla Villa Reale di Monza la Biennale dei giovani artistiQuinta edizione

Da Venezia a Monza per Biennali d'Arte. Certo, il Leone d'Oro della Laguna, appena consegnato per il 2013 a Tino Sehgal (Londra, 1976), ha sulle spalle 55 edizioni e raccoglie fin dal principio i migliori artisti italiani e internazionali, mentre Monza di «5» sulle spalle per ora ne ha uno solo (siamo alla V edizione), ed è un premio specificamente dedicato ad artisti emergenti. L'appuntamento per l'inaugurazione della Biennale monzese è stasera, dalle 18.30, nel Serrone della Villa Reale: 35 artisti in mostra, pittori, scultori o video artist, invitati dai cinque curatori, a loro volta scelti dal responsabile scientifico Daniele Astrologo Abadal. Da Lorenzo Canova, professore di Storia dell'arte contemporanea all'Università degli Studi del Molise; a Filippo Maggia, Curatore della Fondazione Fotografia (progetto promosso dalla Cassa di Risparmio di Modena); fino a Stefano Roffi della Fondazione Magnani Rocca (Parma), Laura Serani, critica, e Carl Kraus con Peter Weiermair dall'Austria (nazione quest'anno ospite), hanno selezionato sei artisti ciascuno, raccogliendo la molteplicità di tecniche e modi di espressione del nostro secolo: dalla scultura alla pittura fino alla video art, lo scenario si prospetta volutamente complesso e stratificato, tra tradizione e innovazione. Anche per questa edizione della Biennale di Monza si riconferma anche la presenza del Premio Speciale Rottapharm, istituito nel 2007 dall'omonimo gruppo farmaceutico monzese (l'opera vincitrice sarà acquistata dall'azienda), e il Premio della Camera di Commercio.
www.biennalegiovanimonza.it, 039-322086