Voli in calo ma la Sea è in crescita

L'aumento delle tariffe aeroportuali ha permesso alla Sea di chiudere il primo semestre con conti in crescita nonostante il calo dei passeggeri registrato sia a Malpensa che a Linate. Questi i numeri: ricavi a 354,3 milioni (+6,5% sullo stesso periodo del 2012), margine operativo lordo 70,1 milioni (+7,0%), risultato netto 23,3 milioni (+3,4%). In aumento i debiti finanziari, dai 411,4 milioni del 31 dicembre 2012, ai 432,9 attuali. Al di là dei conti positivi, il primo semestre 2013 ha confermato la crisi che investe l'economia e il trasporto aereo. Così i passeggeri gestiti dalla Sea si sono ridotti del 3,5%, a 12,8 milioni; a Malpensa la diminuzione del traffico è stata del 3,9%, attestandosi a 8,4 milioni di passeggeri (andamenti positivi soprattutto per il traffico verso il Medio Oriente,+13,3%. Linate, con 4,3 milioni di passeggeri, registra una contrazione del 2,7%, le cui cause principali sono la riduzione del traffico verso Fiumicino, Bari, Napoli, Madrid, Parigi e la cessazione di Wind Jet.
Tra le prossime novità, la Sea segnala da ottobre il nuovo volo Malpensa-New York, in prosecuzione da Dubai. Nel primo semestre a Malpensa è stato aperto il terzo satellite ed è stato sottoscritto con il gruppo Ikea il contratto per un nuovo albergo. Linate nei mesi scorsi ha visto la fine del monopolio Alitalia sulla Milano-Roma e l'ingresso del concorrente easyJet.