Zam sgomberato, la sinistra si scusa

La polizia caccia gli autonomi dall'ex scuola ma per Sel e compagni è «un errore»

Alberto Giannoni a pagina 3

«Una sconfitta, un macigno contro il dialogo». Critiche aspre da Sel e da tutta la Sinistra, quindi anche da parte della giunta, allo sgombero dei circa 40 giovani dello Zam che vivevano nella ex scuola media «Giulio Cesare» di via Santa Croce 19. Uno sgombero avvenuto ieri mattina, non senza resistenza da parte da parte dei «ragazzi» amici del sindaco. Che scontratisi con gli uomini del reparto mobile della questura e i carabinieri hanno assicurato poi di essere stati picchiati con il manganello. In realtà non risulta alcun intervento del 118 in zona durante lo sgombro, solo un poliziotto è stato portato in ospedale contuso.

Il Comune ha preso subito le distanze dal fatto su Twitter, rimandando la decisione dello sgombero alla Procura, come a voler mettere le mani avanti e dire: «noi non c'entriamo» Sul posto, quasi a chiedere scusa ai ragazzi si è presentata persino un consigliere comunale, Anita Sonego. Tuttavia i giovani «sfrattati» puntano il dito contro Palazzo Marino. Ed è in piazza Scala infatti che ieri sera sono arrivati in corteo per protestare. Intanto il centrodestra attacca: «Basta occupazioni, Pisapia prenda le distanze».

La percorreranno 60mila auto al giorno. Lunga 62 chilometri e 100 metri, Brebemi conta due barriere, sei caselli e nove svincoli. Farà risparmiare milioni di ore di coda agli automobilisti. E ridurrà del 60 per cento il traffico pesante sulla viabilità locale. L'opera è costata 1,6 miliardi, per il 79% finanziati con prestiti bancari (il restante 21 arriva da risorse messe in campo dai soci). Ma quanto costa a chi la percorre? E quali sono i nodi della nuova viabilità lombarda.

Paola Fucilieri a pagina 2

Un anno fa la giunta prese i fischi. Pista da ballo minuscola, sotto un sole cocente e prezzi alti al ristorante. La protesta degli anziani è servita. Dall'1 agosto torna «Vacanze a Milano» in piazza del Cannone e avrà una balera da 375 mq. Braccialetti al polso per gli sconti al bar.

La comunità ebraica in piazza san Carlo per la pace. Dice il presidente, Walker Meghnagi: «Manifestiamo per la pace in Israele, contro Hamas, per il diritto a esistere, a vivere in serenità con i nostri amici palestinesi». Presente anche il direttore del Giornale , Alessandro Sallusti.