Zero dati e qualche imbarazzo L'affluenza rimane un mistero Impossibile conoscere il numero degli accessi al sito Atm: «Il divieto ci è imposto dall'organizzazione»

E con questo siamo a tre week end trascorsi dall'apertura di Expo. Peccato che sia ancora impossibile conoscere i numeri dell'affluenza dei visitatori al sito. Così ha ordinato il commissario unico di Expo 2015 spa Giuseppe Sala che qualche giorno fa aveva detto: «non voglio che si cada nello stress da conteggio». Risultato? A catena le società dei trasporti non diffondo i dati sul numero di passeggeri: «Atm si ritiene obbligata a rispettare il divieto della società Expo 2015 spa - ha ribadito ieri il presidente Bruno Rota -: è nota a tutti la posizione di Giuseppe Sala, che è il rappresentante del governo». Ecco allora che se per quanto riguarda i passeggeri di Trenord è emerso solo, grazie a un documento interno diffuso dal quotidiano Metro, che i dati sono di molto inferiori alle aspettative: si parla di un picco di 10mila passeggeri sabato 9 maggio scesi a 6mila domenica contro previsioni che viaggiavano sui 42.500 passeggeri nei sabato di giugno e 38mila nei giorni infrasettimanali. Sembra che i visitatori che scelgono la linea rossa del metrò per recarsi al sito espositivo siano molto superiori al 23% dei passeggeri complessivi stimati. Ma, di nuovo, è impossibile saperne di più.

Ieri dunque la municipalizzata dei trasporti ha diffuso i dati sulle corse effettuate nell prime due settimane di Expo, ma non sui passeggeri. Dal 1 al 15 maggio sono stati messi in servizio 150 treni al giorno sulle tutte le linee, con un indice di regolarità del 99% sulla rossa e del 98,8% sull'intera rete. Particolarmente soddisfatto il presidente: «Un dato del genere sulla puntualità qualche anno fa sarebbe stato assolutamente impensabile. Merito dei treni nuovi acquistati e messi in servizio per Expo: 12 sui 50 che viaggiano i contemporaneamente ogni giorno sulla linea 1 nelle ore di punta». In particolare sono state inserite 4700 corse aggiuntive in metro e 13.500 in superficie. Per tutti i sei mesi dell'esposizione il servizio sulla linea 1 è stato potenziato del 53%, del 10% sulla linea 2 e dell'8% sulla 3.

Per quanto riguarda la rossa, appunto, dal 1 maggio vengono effettuate ogni giorno 500 corse da e per Rho per un totale di 3500 corse aggiuntive solo nelle prime due settimane: corse garantite giornalmente da 18 treni in più nei gironi feriali, 34 il sabato e 25 la domenica. La metropolitana in sostanza è il mezzo più utilizzato per raggiungere l'esposizione universale: non solo perché permetter di accedervi con soli 5 euro (andata e ritorno), e di arrivare a cinque minuti a piedi dai tornelli senza perdersi, ma anche perché viaggia fino a tardi. L'ultimo treno parte da Rho alle 00.10 in settimana e fino a mezzanotte e 40 nei week end.

Più in generale i dati complessivi di questi primi sei mesi parlano di 2 milioni in più di passeggeri rispetto allo stesso semestre del 2014, raggiungendo i 113 milioni complessivi. In particolare il mese di aprile, con il Salone del Mobile e la fiera Tuttofood hanno fatto registrare un 3,8% in più di viaggiatori rispetto al 2014. Parallelamente aumentano anche gli abbonamenti venduti e gli introiti per i titoli di viaggio (+400mila euro). E a proposito di abbonamenti forse già per la prossima stagione sarà possibile caricare l'abbonamento alla stagione di Inter e Milan su quello Atm, grazie anche all'apertura dell tratta della linea 5 da Garibaldi a San Siro stadio.

La tecnologia piace ai milanesi: i nuovi canali di vendita interattivi, infatti, hanno registrato 4 milioni di euro di ricavi. In particolare nel periodo gennaio - aprile la vendita di titoli di viaggio tramite sito web è aumentata dal 32% rispetto allo stesso periodo del 2014, quella tramite bancomat del 55% e le nuove applicazioni mobile (sms e app) hanno raggiunto livelli simili a quelli delle vendite con bancomat (anche se il dato non è comparabile con lo stesso periodo dell'anno scorso). Calati del 4,2% gli incassi da rivendite.