Zona per zona, il cibo a domicilio che piace di più

Ci sono noodles fumanti nei piatti di Porta Garibaldi, deliziosi involtini di riso e salmone crudo nelle tavole del centro milanese, si spolverano di curry Lambrate e Porta Venezia. Un po' di America arriva ovunque, hamburger e patatine, mentre se la filano in sempre meno la filante Margherita. Milano è cosmopolita anche nei gusti del cibo a domicilio, ogni zona ha la sua bandiera, ma sarebbe meglio dire la sua tovaglia. Lo rivela una ricerca di JustEat, il più famoso sito di consegne: una mappa divisa per zone racconta i palati della città. Accomunati da un dato gustoso: Milano è l'unica città in Italia in cui la percentuale degli ordini della pizza è inferiore rispetto a quella delle altre cucine. Si aggiudica il 47,84% degli ordini, più della metà se la spartiscono Cina, Giappone, Stati Uniti, India e Messico. O
gni quartiere ha la sua preferenza: stravince la cucina asiatica praticamente dappertutto, dal centro a Lambrate, da Porta Romana a Bocconi, su Navigli, Solari e Sempione, da Porta Volta a Certosa. Qui il sushi batte il riso alla cantonese, mentre nell'area di Porta Garibaldi, Isola e Bovisa è il contrario: maki e nighiri si beccano il secondo posto in classifica. Gusti esotici, ma neanche tanto se poi da sfondo, in tutte le classifiche, c'è sempre la cucina americana, che arriva al secondo posto nelle zone De Angelis , San Siro, Fiera e Sempione, a Porta Volta e a Certosa.
Cina, Giappone e Stati Uniti si spartiscono il mondo, anche quello milanese. Ma in Città Studi, Porta Venezia e Lambrate le papille amano lo speziato: il quarto posto è tutto indiano. Più piccanti Porta Garibaldi, Isola e Bovisa, che amano il messicano e che snobbano la cucina italiana, in settima posizione . Vince la palma del salutismo il Centro, con una particolare preferenza per l'healthy.
«La consegna a domicilio è anche un'occasione per sperimentare qualcosa di nuovo - ha commentato Benvolio Panzarella, direttore generale di JustEat - ed è in questo senso che si spiega la tendenza a preferire la cucina esotica a quella tradizionale». Che poi, chi se le farebbe portare lasagne e tagliata a domicilio?