Zone, gettone a chi sta almeno metà seduta

Pagare i gettoni di presenza solo a chi partecipa davvero alle sedute dei Consigli di zona. È la richiesta dell'assemblea di zona 3 che, dopo aver approvato una mozione presentata da Patrizia Bedori del movimento 5 stelle e Marco Cagnolati del Pdl, chiede che le nuove regole siano estese anche agli altri otto «parlamentini» di Milano. Lo «stipendio» è infatti regolamentato dal Comune. Si parla di 60 euro lordi a seduta e Cagnolati e Bedori denunciano una consuetudine: qualcuno dei consiglieri ha l'abitudine di rispondere all'appello a inizio seduta per assicurarsi il gettone, poi si dilegua senza aspettare la fine del lavoro in aula. «Il Consiglio di Zona 3 - recita la mozione - chiede al Consiglio comunale, al sindaco ed alla Giunta che al fine della corresponsione del gettone di presenza riguardante la partecipazione alle sedute, lo stesso si intenda erogato solo ed esclusivamente se il consigliere è presente in aula almeno il 50% del tempo previsto dall'avviso di convocazione».

Commenti

Giorgio5819

Ven, 02/08/2013 - 17:31

Il 50% del tempo della seduta? Quindi 50% del gettone...Ma che babbuini sono questi? con che faccia si presentano in giro? e ci studiano anche su...appello a fine seduta e se non ci sei non becchi un centesimo! Troppo facile eh?