Un milione alle urne: ma sul referendum pesa la fuga dalla città

Si vota oggi e domani: taxi gratis per i disabili, anagrafe aperta per duplicare le tessere

Alle urne per la terza volta in poco più di due mesi. Dopo politiche e comunali, quasi un milione di milanesi sono chiamati - oggi dalle ore 8 alle 22 e domani dalle 7 alle 15 - ad esprimersi sul referendum confermativo che riguarda le modifiche alla seconda parte della Costituzione. Con l’estate ormai scoppiata, difficile fare pronostici sull’affluenza: secondo l’Osservatorio di Milano 7 milioni di italiani maggiorenni, dunque in età da voto, trascorrono il weekend al mare o in montagna, e la «fuga» colpirebbe soprattutto le grandi città del nord, come Milano. Agli ultimi due referendum si recarono alle urne circa un milanese su tre: il 7 ottobre del 2001, quando bisognava esprimersi sulle modifiche al titolo V della Costituzione, votò il 32,96% degli aventi diritto, il 12 e 13 giugno 2005 fu il 35,98% a dire sì o no riguardo ai limiti nella ricerca clinica e sperimentale sugli embrioni.
Per l’esattezza, sono in tutto 991.566 i cittadini che possono votare: più numerose le donne (535.005) degli uomini (456.561). La scheda questa volta è arancione e di dimensioni tradizionali, niente «lenzuolo» come alle comunali del 28-29 maggio. Ieri si sono formati i seggi, le sezioni sono 1.253. Solo un paio i presidenti rimpiazzati, una decina gli scrutatori. Visto che alcune sedi sono state trasferite, il Comune ha allestito un servizio navetta: porterà ad esempio gli elettori che fino a maggio hanno votato in piazza Leonardo Da Vinci ai seggi di viale Romagna 18/A, quelli di via Narni 18 a via don Giovanni Calabria 18 e quelli di via Monte Velino a via Einstein 3. Trasporto gratuito in taxi o in minibus anche per i disabili che hanno difficoltà a raggiungere i seggi. Il servizio si può prenotare all’Ufficio autopubbliche oggi dalle 8 alle 22 e domani dalle 8 alle 15 chiamando i numeri 02.88465290/2/4 o inviando un fax allo 02.88465293 o una e-mail all’indirizzo pasquale.errico@comune.milano.it. Per chi ha difficoltà ad accedere alle sale di votazione inoltre è stato predisposto un servizio di emergenza per il superamento delle barriere architettoniche, che risponde al numero verde 800.851333. Agli elettori che scelgono il treno per andare a votare, Trenitalia offre uno sconto del 60% per i viaggi di andata e ritorno: è necessario presentare un documento di riconoscimento e la tessera elettorale o, per i residenti in Italia, l’autocertificazione. Per il viaggio di ritorno bisognerà anche mostrare la timbratura sulla tessera.
Per votare è indispensabile un documento d’identità valido e la tessera elettorale. Per chi l’avesse smarrita, il salone dell’Anagrafe di via Larga 12 fornirà i duplicati - un migliaio quelli consegnati nell’ultima settimana - e le carte d’identità oggi dalle ore 8 alle 22 e domani dalle 7 alle 15. Chi vuole ritirare la tessera di altre persone deve presentare passaporto, carta d’identità o patente degli interessati. Sul sito del Comune (www.comune.milano.it) dalle ore 12 di oggi si potranno seguire i dati delle affluenze, e domani alla chiusura dei seggi si potrà seguire lo spoglio in tempo reale.